Equilibrio, punti in trasferta, cattiveria: il piano di Gattuso

Equilibrio, punti in trasferta, cattiveria: il piano di Gattuso

L’analisi della Gazzetta dello Sport

di Redazione Il Milanista

MILANO – C’è un piano, un piano targato Rino Gattuso per far risalire il Milan in classifica. La vittoria contro la Roma ha dato nuova linfa alla compagine rossonera che è ora pronta ad affermarsi nel novero delle grandi del campionato. L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport spiega i tre punti sui quali il tecnico rossonero si batterà per rendere ancora più forte questo Milan.

  • Equilibrio: fra la gara del San Paolo e quella interna contro la Roma c’è un abisso e l’abisso è dato proprio dall’atteggiamento tattico maggiormente equilibrato nella gara di venerdì scorso. Non è un caso che molto è dipeso da Lucas Biglia, decisamente più in serata contro la Roma che a Napoli.

 

  • Cattiveria: serve equilibrio ma serve anche cattiveria nel corso di tutti i 90 minuti di gioco senza mai abbassare l’intensità. Anche qui una differenza fra le due partite disputate, a Napoli lo schiaffo del gol Zielinski è coinciso con il naufragio rossonero. Il pareggio della Roma con Fazio non ha invece demoralizzato la squadra che è tornata in vantaggio ed ha vinto. Chiaro che, il Milan, in termini di cattiveria, debba assomigliare più a quella di San Siro che a quella del San Paolo.

 

  • Punti in trasferta: Per costruire una grande stagione servono tanti punti e servono anche fuori dalle mura amiche. Nonostante la debacle di Napoli, i numeri sono confortanti con Gattuso che nella scorsa stagione dopo la figuraccia di Benevento ha perso solamente allo Stadium contro la Juventus.Ma intanto, Leonardo, è pronto a sfidare le big d’Europa: CONTINUA A LEGGERE

    Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy