ZOOM – Milan, il vero acquisto di gennaio si chiama Menez

ZOOM – Milan, il vero acquisto di gennaio si chiama Menez

Mercato di riparazione che si prospetta poco scoppiettante per il Milan di Mihajlovic, il quale però recupererà Menez

Menez

MILANO – Con il 2015 che volge ormai al termine, in casa Milan è ora tempo di bilanci. I soldi spesi nel mercato estivo, la rivoluzione attuata sulla rosa, il cambio di allenatore, iniziano a far intravedere i primi risultati. I rossoneri hanno solamente 3 punti in più della scorsa stagione, questo è vero, ma la possibilità di tornare in Europa quest’anno sembra più concreta, e la squadra sta iniziando ad assimilare i meccanismi e gli schemi di gioco di Mihajlovic, nonostante le due battute d’arresto contro Carpi e Verona. Per continuare a competere però, e fare quel balzo in avanti in classifica, i tifosi chiedono un ulteriore sforzo alla società. La rosa è però ancora troppo ampia, gli ingaggi pesanti di alcuni giocatori si fanno sentire, e allora il mercato di riparazione non sarà scoppiettante e attivo come quello di questa estate.

Il vero acquisto, il top player di cui tanto si parla però, il Milan potrebbe averlo già in casa. Stiamo parlando ovviamente di Jeremy Menez, lo scorso anno trascinatore di una squadra che non riusciva a carburare. Arrivato a parametro zero, in punta di piedi, Menez con umiltà si è messo al lavoro e in poco tempo è diventato “FenoMenez”. Il Milan di Inzaghi poggiava tutto sulle spalle del francese, che nel ruolo di “falso nueve” sapeva essere davvero letale per tutte le difese della Serie A. Concluse il campionato con 34 presenze, condite da ben 16 goal. In questa stagione invece, poca fortuna per il francese, che dallo scorso Aprile soffre di alcuni problemi alla schiena. Due operazioni non sono servite a migliorare la sua situazione iniziale, la quale si è rivelata più complicata di quanto si pensasse. Mihajlovic non lo ha mai avuto a disposizione, tranne che per 21 minuti ad agosto contro il Perugia in Coppa Italia, quando subentrò al posto di Keisuke Honda.

IL RIENTRO – Ora che l’incubo sembra essere giunto al termine però, Menez può essere l’arma in più di questo Milan in questo 2016 che sta per iniziare. Il francese si sta allenando a Milanello insieme a Balotelli per ritrovare la condizione migliore e presentarsi pronto al rientro dopo la sosta. Mihajlovic può finalmente sorridere, lo osserverà da vicino, lo valuterà poi deciderà dove schierarlo e provarlo. Se Menez si dimostrerà ancora quello dello scorso anno, lasciarlo fuori sarebbe quasi impossibile, e il Milan potrebbe risolvere molti problemi. La fantasia, la facilità di superare l’uomo, il genio e l’estro del francese sono mancati tanto in molte occasioni, per questo il suo recupero può diventare fondamentale per il continuo della stagione.

POSIZIONE IN CAMPO – La parte più difficile per Mihajlovic sarà quindi capire dove far giocare Menez. Lì davanti l’abbondanza di attaccanti non permetterà al francese di tornare nella posizione che lo ha fatto esplodere. Menez però sia nella Roma che nel Psg, ha spesso giocato come attaccante esterno in un modulo a tre punte. Il tecnico serbo potrebbe decidere di provarlo proprio sulla fascia destra, al fianco di Bacca e Niang. Questo farebbe indietreggiare Bonaventura a centrocampo, anche se Jack rappresenta la certezza più grande di Mihajlovic e del Milan in questa stagione. La duttilità di Menez in ogni caso, gli permetterebbe di giocare anche come trequartista, oppure al fianco di Bacca in un modulo a due punte, starà a Mihajlovic decidere. Di sicuro con il rientro del francese e di Balotelli, oltre all’acquisto di Boateng, le alternative di certo non mancheranno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy