Verso il closing, ecco come Berlusconi spera di tenersi il Milan

Verso il closing, ecco come Berlusconi spera di tenersi il Milan

Il giorno 13 dicembre sarà una data storica ma potrebbero esserci scenari inaspettati

MILANO – Il giorno 13 dicembre – riporta il quotidiano “La Repubblica” – è la data indicata per il fatidico closing con i cinesi. Ma le ultimi interviste rilasciate da Silvio Berlusconi lascia aperto qualche piccolo spiraglio che il Cavaliere possa rimanere alla guida del club.

NUOVO SCENARIO – Se il gruppo cinese non raccoglierà il denaro pattuito, allora potrebbe verificarsi uno scenario che fino a pochi giorni fa sembra davvero impossibile: rinvio del closing di almeno 6 mesi per mancata raccolta dei fondi promessi e negoziazione di un nuovo accordo, alle condizioni di Berlusconi stesso. Lo riporta questa mattina Repubblica, che spiega che l’attuale presidente rossonero resterebbe così alla guida del club di via Aldo Rossi con poteri rinsaldati per costruire una squadra quasi interamente italiana.

STRETTA FINALE – Tocca quindi ai cinesi rispettare i tempi o in caso contrario si prefigura un patto che durerà almeno fino alla fine della stagione calcistica, con Sino Europe che sborserà altri 100 milioni e ottenere così la proroga. Per mettere a tacere ogni sospetto su questa operazione, i cinesi hanno un solo modo: forte di un contratto firmato, possono rivelare la composizione della cordata, soprattutto se ne fanno parte società a controllo statale. La vicenda è comunque alla stretta finale, tra pochi giorni si conoscerà quale sarà finalmente il futuro della società milanista. Intanto il mercato entra nel vivo >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy