Milan – Mihajlovic: serve soltanto il via libera di Berlusconi

Milan – Mihajlovic: serve soltanto il via libera di Berlusconi

LA SCELTA — Adesso il Milan non perderà molto tempo per scegliere il successore di Pippo Inzaghi. Abbandonato Unai Emery, improbabili le soluzioni Brocchi e Sarri, l’idea di un ritorno di Roberto Donadoni ha trovato sponsor importanti negli ultimi frangenti, così come è sempre forte l’attrazione per Vincenzo Montella, ma…

LA SCELTA — Adesso il Milan non perderà molto tempo per scegliere il successore di Pippo Inzaghi. Abbandonato Unai Emery, improbabili le soluzioni Brocchi e Sarri, l’idea di un ritorno di Roberto Donadoni ha trovato sponsor importanti negli ultimi frangenti, così come è sempre forte l’attrazione per Vincenzo Montella, ma la famiglia Della Valle, per privarsi del suo tecnico, pretende il pagamento di una clausola da 5 milioni. Così sta maturando una soluzione imbastita ormai da tempo: Sinisa Mihajlovic.

 

MOTIVI — Miha ha appena chiuso una stagione ricca di soddisfazione alla Samp (con un girone d’andata da terzo posto): ha dimostrato un gran carattere, trasmettendolo ai suoi giocatori. Una qualità da tempo smarrita dalle parti di Milanello. È la dote principale che ha permesso al serbo di presentarsi con ottime possibilità alla decisione finale di Silvio Berlusconi, facendo passare in secondo piano anche il suo passato da interista. Oggi Mihajlovic ha un impegno ad Amalfi, dove è tra gli invitati a un evento che dovrebbe tenerlo impegnato per tutto il weekend, ma il verdetto sulla panchina milanista è previsto in tempi rapidi: al massimo domani, se non oggi. (gazzetta)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy