Mercato, il riscatto di El Shaarawy non è più così sicuro

Mercato, il riscatto di El Shaarawy non è più così sicuro

Mercato, il riscatto di El Shaarawy non è più così sicuro

MILANO – Se prima non sembravano esserci dubbi sul riscatto da parte della Roma di El Shaarawy, negli ultimi giorni le voci che circolano parlano di tutt’altra storia. Il Faraone sotto la gestione Spalletti è rinato, tanto da meritarsi la convocazione in Nazionale. La brutta esperienza al Monaco è alle spalle, tanta corsa, qualità e goal al servizio dei giallorossi. Le sue prestazioni però sono calate sensibilmente nell’ultimo mese, e quindi da titolare inamovibile, l’ex Milan è partito spesso dalla panchina, subentrando solamente a partita in corso. Il riscatto è fissato su una cifra pari a 13 milioni di euro, un prezzo non elevatissimo che la Roma non mette in discussione, ma che vorrebbe pagare dilazionando in più tranche il pagamento. Secondo quanto riportato da calciomercato.com, i limiti imposti dal Fair Play Finanziario impongono alla Roma di non esborsare denaro prima del 30 giugno. Ecco perchè Sabatini, che dovrà trattare con Galliani, cercherà di far slittare la data fissata per il riscatto fino ai primi di luglio. Non è detto però che la società rossonera accetti le condizioni imposte dalla Roma.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy