LE VOCI – Berlusconi: “Vorrei un Milan tutto italiano. Prendiamoci Coppa Italia e terzo posto”

LE VOCI – Berlusconi: “Vorrei un Milan tutto italiano. Prendiamoci Coppa Italia e terzo posto”

LE VOCI – Berlusconi: “Vorrei un Milan tutto italiano. Prendiamoci Coppa Italia e terzo posto”

Intervenuto ai microfoni di “7 Gold”, il presidente del Milan Silvio Berlusconi ha parlato a 360° del club rossonero: «Il Milan per me è un divertimento e un affare di cuore. Vorrei fare una squadra tutta italiana, stiamo scandagliando tutti i vivai proprio per questo, mi piace la Juventus con i suoi tanti italiani in rosa. Auguro ai tifosi del Milan un futuro in cui possiamo raggiungere dei traguardi importanti attraverso il gioco. Quest’anno abbiamo avuto tanti infortuni, ritengo la nostra rosa adeguata, ora abbiamo giocatori come Menez, Balotelli e Boateng. Balotelli ancora al Milan? Dipende di lui, noi siamo disposti a fare uno sforzo economico importante per lui ma se dovesse esserci una maturazione in campo e nella vita». Sulla trattativa con Mr. Bee: «Mr. Bee è una persona seria e sta lavorando per cercare dei nuovi soci. I soci cinesi che aveva trovato hanno subito la crisi in quei mercati e si sono ritirati. Oggi Mr. Bee sta cercando su altri mercati, come gli Emirati, e spero che ce la faccia entro la fine del campionato. Il Milan mi è costato 1 miliardo e 200 milioni di euro in questi 30 anni. Mr. Bee ci ha presentato un progetto valido, con il suo ingresso ci sarebbero nuovi capitali da investire, ci permetterebbe di guadagnare 100 milioni l’anno e questo permetterebbe al Milan di essere nuovamente competitivo con i grandi club europei. Se Bee non dovesse riuscirci, abbiamo comunque tante alternative che permetteranno al Milan di avere nuovi capitali. Dobbiamo guardare al futuro, cercando di ampliare la base azionaria della società. Totti bloccato da me in passato? Non è vero. Parlando di altri giocatori ebbi a dire che le bandiere non si toccano. Nesta? La Lazio lo mise sul mercato e io anticipai la Juventus. Trent’anni di Milan? Abbiamo fatto un brindisi con la squadra e una torta con lo slogan ‘Chi ci drede, vince’. Obiettivi stagionali? Vogliamo fortemente la Coppa Italia e vogliamo il terzo posto. A Napoli abbiamo confermato di essere sulla strada giusta a livello di volontà».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy