L’avversario, Allegri: “Il Milan avrà una reazione. Non ci dà fastidio essere i favoriti”

L’avversario, Allegri: “Il Milan avrà una reazione. Non ci dà fastidio essere i favoriti”

L’avversario, Allegri: “Il Milan avrà una reazione. Non ci dà fastidio essere i favoriti”

MILANO – Vigilia di Milan-Juventus, finale di Coppa Italia e giorno di conferenze stampa. Il primo ad intervenire alle ore 15 è Massimiliano Allegri, tra l’altro ex della partita, il quale ha iniziato parlando anche del Milan. “Non dà fastidio essere favoriti ma siamo consapevoli che ina una finale si riequilibra tutto, affronteremo un Milan che ha l’ultima cocasione per conquistare l’Europa. E dovremo essere molto bravi. Abbiamo avuto due settimane blande dopo la vittoria del titolo. Poi abbiamo affrontato la Sampdoria con un altro approccio. Il Milan avrà una reazione, sarà una gara equilibrata con organico di qualità: Bacca, Bonaventura, Honda, Montolivo… E con il Milan sono state sempre due partite equilibrate, serve prestazione giusta, attenta, ordinata. Soprattutto dovremo giocare bene perché le giocate dei singoli possono fare la differenza”.

Poi sulla formazione che scenderà in campo, Allegri svela qualche particolare. “Domani dovrebbero giocare Dybala e Mandzukic, non c’è formazione di Coppa Italia e formazione per altre competizioni. Solo il portiere fa storia a sè e sono molto contento per Neto. In difesa giocheranno i tre a disposizione, a centrocampo a parte Pogba devo ancora decidere. Gioca Asamoah? Secondo me la formazione non la indovinate”. Poi sull’emozione di giocarsi questa gara. “Giocare in uno stadio così è sempre una grande emozione, non saremo mai assuefatti a queste situazioni. Così come grande emozione è stato essere ricevuto dal Padre. Poi la vita non finisce domani, dopo quest’ultima partita dovremo andare in vacanza e tornare per puntare al sesto Scudetto. Siamo stati bravi a guadagnarci questa finale, ora dobbiamo vincerla”. Infine sul mercato. “Sul mercato non rilascio alcuna battuta, per rispetto dei miei giocatori, delle società avversarie e della mia società. Pensiamo alla partita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy