IL PERSONAGGIO – Bertolacci: “Vogliamo tornare in alto, il campionato non è finito”

IL PERSONAGGIO – Bertolacci: “Vogliamo tornare in alto, il campionato non è finito”

Le parole di Bertolacci a Milan Channel

Frosinone

MILANO – Intervenuto ai microfoni di Milan Channel, Andrea Bertolacci, durante l’evento Twitter Media Italia ha parlato così del momento del Milan. “I social sono importanti e avvicinano i tifosi, per far capire come viviamo anche noi fuori dal campo. C’è stata un po’ sfortuna, così come contro l’Udinese. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo, dopo il primo sottotono. Venivamo da nove risultati consecutivi, non devono essere questi risultati a farci tornare indiesro. Dispiace, ma dobbiamo ripartire. Sarà difficile con la Lazio, ma la dobbiamo affrontare con la mentalità giusta. Se lo facciamo, possiamo giocarcela con chiunque. I pali? Sono de rammarici. Anche per me i gol erano un obiettivo, l’anno scorso li trovavo facilmente. Devo aggiustare la mira e magari un pizzico di fortuna in più. L’atteggiamento sbagliato ne abbiamo parlato. A volte il primo tempo siamo sottotono e nel secondo tempo ci riprendiamo. Non lo so perchè. Dobbiamo farci un esame di coscienza. Quando affrontiamo grandi squadre entriamo con la mentalità giusta, contro le squadre medio piccole forse ci rilassiamo. Ci siamo arrabbiati dopo queste due partite. Vogliamo tornare in alto. Il campionato non è finito. Vogliamo dare un segnale importante. Non c’è spogliatoio spaccato. Le parole di Abbiati sono costruttive. E’ da 20 anni al Milan e devono servire da stimolo e da esempio per chi non affronta al meglio le gare. Siamo un gruppo unito, non devono essere due gare a mettere in dubbio ciò. Ognuno vede le gare come vuole. Sono in un buon momento. Magari con il gol i giudizi cambiano. Un trofeo sarebbe importante, abbiamo una possibilità importante. Abbiamo ancora nove gare di campionato, poi penseremo alla Coppa Italia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy