IL PERSONAGGIO – Abbiati: “Io e Brocchi amici fin da ragazzi ma con caratteri opposti. Mi fa strano averlo come allenatore”

IL PERSONAGGIO – Abbiati: “Io e Brocchi amici fin da ragazzi ma con caratteri opposti. Mi fa strano averlo come allenatore”

IL PERSONAGGIO – Abbiati: “Io e Brocchi amici fin da ragazzi ma con caratteri opposti. Mi fa strano averlo come allenatore”

MILANO – In occasione di un evento a Crema con gli organizzatori del Trofeo Dossena, Christian Abbiati ha svelato alcuni retroscena sull’amicizia che lo lega a Cristian Brocchi. Allora condividevano la stanza, ora l’ex centrocampista è il suo tecnico. Un amico per allenatore, sicuramente una sensazione strana che il portiere rossonero racconta così: “Io, Cristian e Gattuso abbiamo chiesto la camera a tre quando tutti avevano la classica camera a due: un gesto di amicizia. Era la camera di riferimento, venivano tutti per parlare. Anche di notte, a tutte le ore. E la porta era sempre aperta. Io e Cristian siamo diventati amici da ragazzi, siamo cresciuti in zone non lontane e mi è sembrato simpatico da subito. L’amicizia continua. Sono stato più di una volta a vedere Gattuso allenatore e la Primavera di Cristian quando potevo. Io e Cristian abbiamo carattere opposto: io silenzioso e introverso, Brocchi molto più estroverso. Il calcio mi ha aiutato anche in questo, a formare il mio carattere. Ora mi fa strano avere un amico come allenatore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy