IL PERSONAGGIO – Abate: “In prima squadra grazie a Rivaldo. Il calcio italiano? Il più difficile del mondo”

IL PERSONAGGIO – Abate: “In prima squadra grazie a Rivaldo. Il calcio italiano? Il più difficile del mondo”

IL PERSONAGGIO – Abate: “In prima squadra grazie a Rivaldo. Il calcio italiano? Il più difficile del mondo”

MILANO – E’ entrato di diritto nella classifica dei 50 giocatori con più presenze nel Milan, lo ha fatto da vice-capitano e con una stagione giocata con tanta grinta. Per questo ignazio Abate è stato intervistato dalla rivista mensile Forza Milan!. Ecco le sue dichiarazioni. “E’ una bella soddisfazione e fa effetto perchè passano gli anni. Dopo la trafila nelle giovanili e qualche anno in giro, è un motivo d’orgoglio essere tornato in questa società da protagonista. Non mi faccio comunque influenzare dai numeri: ho visto le presenze e spero di raccoglierne ancora tante altre perchè mi sento nel pieno della maturità mentale. Il mio esordio in coppa Italia nel 2003? Me lo ricordo benissimo, anche perchè in quella settimana successe tutto molto velocemente. Andò via Rivaldo e il dottor Galliani mi diede la notizia che sarei passato in Prima squadra in maniera definitiva”. Poi sul campionato italiano. “Il livello del calcio italiano non è basso. L’anno scorso, per esempio, c’era una finalista in Champions League e due semifinaliste in Europa League. Per me quello italiano è il Campionato più difficile al mondo, perchè tutte le squadre sono preparate tatticamente. Pensate poi quando le milanesi torneranno a lottare per il primo posto…”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy