CONFERENZA STAMPA – Miha ci va giù duro: “Non dovete offendere me o la squadra”

CONFERENZA STAMPA – Miha ci va giù duro: “Non dovete offendere me o la squadra”

Mihajlovic

“Dopo il match – ammette Miha nella conferenza stampa che precede la trasferta dell’Olimpico con la Lazio – ho letto alcuni giudizi negativi sulla squadra e non sono d’accordo. So che potevamo fare meglio in fase di possesso nel primo tempo, ma non mi piacciono le falsità e le esagerazioni. Soprattutto di chi non capisce nulla di calcio. Le parole sono molto importanti e devono essere usate in modo giusto. Non sono qui per essere offeso”. Il Milan con 13 squadre parte favorito e se gioca da Milan vince , poi ci sono altre 6 squadre, tra cui la Lazio, con cui si può vincere, pareggiare o perdere: dipende dagli episodi. Loro in casa hanno sempre vinto, ma noi vogliamo batterli”. Mihajlovic è ottimista: “Ho visto i giocatori allenarsi bene, possiamo vincere contro tutti. Se faremo in campo quello che abbiamo preparato potremo farcela. Andiamo a Roma con fiducia, cercheremo di proporre il nostro gioco”. Per la prima volta il Milan affronta una grande avversaria con il nuovo modulo: “Ma non è un modulo a farti vincere. Saranno importanti l’atteggiamento e il carattere. Adesso dobbiamo pensare a risalire in classifica, i conti li faremo alla fine. Più tempo passa e più ho fiducia. Il nostro obiettivo è arrivare tra le prime tre: in questo momento ci sono squadre che stanno meglio di noi, ma non significa che sarà così per tutto l’anno”.

Quindi ha parlato di Donnarumma: “È un gioiello del Milan e chi scrive di Milan dovrebbe avere più affetto e fiducia nei confronti di questo ragazzo. Lui ha dimostrato di avere carattere e personalità. A tutti quelli che lo giudicano, chiedo: cosa facevano loro a 16 anni?. Mi dispiace per il ragazzo, ma lui deve lasciar perdere queste critiche e continuare così. Al momento lo vedo meglio di Diego Lopez””. Per quanto riguarda il resto della formazione, spazio alla coppia centrale Alex-Romagnoli (“Stanno facendo bene, devo dare continuità”) e a Niang in panchina: “Può fare l’attaccante esterno, ma anche la prima o la seconda punta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy