CONFERENZA – Mihajlovic: “Il Milan vuole vincere la Coppa Italia”

CONFERENZA – Mihajlovic: “Il Milan vuole vincere la Coppa Italia”

La conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic alla vigilia del match contro il Crotone

Mihajlovic

MILANO – E’ di nuovo il momento delle conferenze stampa nel Centro Sportivo di Milanello. Il primo a prendere la parola l’allenatore Sinisa Mihajlovic. Si parla naturalmente del momento Milan e della prossima gara di Coppa Italia contro il Crotone: “La Coppa Italia è uno degli obiettivi di quest’anno – riporta acmilan.com – . Cercheremo di portarlo a casa, sappiamo che non sará facile ne domani ne se riusciremo ad andare avanti. In queste partite bisogna lavorare sugli stimoli. Dipende dall’intelligenza dei giocatori capire l’importanza della partita. Il Crotone è un’ottima squadra. Non dobbiamo prenderli sottogamba, per questo dovró essere bravo io e bravi i giocatori a capirlo. Il Milan ha l’obbligo di arrivare il piú avanti possibile. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, se giochiamo come sappiamo ce la possiamo giocare con tutti. Dobbiamo trovare continuitá nei risultati, e da dopo la partita con il Napoli ci siamo riusciti. Sará sicuramente una formazione competitiva, vedremo come stanno quelli che hanno giocato 2 giorni fa. Io vorrei vincere la Coppa Italia e arrivare in Champions, non posso scegliere o uno o l’altro. Tutti dobbiamo fare bene il nostro lavoro, ognuno di miei giocatori vuole giocare bene, è importante non sbagliare l’atteggiamento perche questo dipende solo da noi. Questo lo riconoscono anche i tifosi. Niang puo ricoprire tutti i ruoli in attacco, da esterno, da prima o da seconda punta. Da esterno si deve sacrificare di più ma lo può fare. Bisogna vedere chi abbiamo a disposizione ma Niang dà garanzie in tutti i ruolo dell attacco. Ho sentito ieri il Presidente e ci ha fatto i complimenti. Noi sentiamo la vicinanza del Presidente anche se non è fisicamente vicino a noi. Mi dispaceva per i ragazzi perche ci tenevano a far bene davanti al Presidente ma avranno altre occasioni. Il Presidente è il Milan e nessuno ama questi colori piú di lui. Col Presidente ci confrontiamo parlando di calcio, a volte la pensiamo allo stesso modo altre volte no. Il Presidente capisce quelle che sono le mie responsabilitá. Vincere aiuta sempre, la mentalitá vincente arriva solo vincendo. Quando si vince un trofeo è una bella cosa perche quando guardi il tuo curriculum te li ricordi bene. L’ atteggiamento si è visto in diverse partite, magari non per 90 minuti come ad Udine o nel secondo tempo col Genoa. Ci sono state anche partite in cui abbiamo vinto ma non ero contento. Bisogna guardare la prestazione, bisogna avere sempre l’atteggiamento giusto ed è questo quello che io chiedo sempre, poi ogni partita ha la sua storia ma bisogna avere continuitá nelle prestazioni e da dopo il Napoli l’abbiamo avuta. Alla fine del girone di andata faremo i conti in base a dove saremo. Tra un paio di settimane tornerá Balotelli. Luiz adriano ha fatto bene, abbiamo diversi buoni giocatori in attacco tutti devono sentirsi titolari ma possono anche andare in panchina. Non ricordo se ho incontrato Juric da giocatore. So che quando giocava era uno di carattere e questo l’ha passato anche alla sua squadra. È un buon allenatore e ha avuto un buon maestro come Gasperini.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy