CASO IBRA – Il PSG fissa il prezzo. E Galliani…

CASO IBRA – Il PSG fissa il prezzo. E Galliani…

PARIGI – Sabato iniziato con il botto in casa Milan: dopo l’affondo nella notte del Monaco per El Shaarawy, si ritorna pesantemente a parlare di Ibra, con il PSG che fissa il prezzo. Sul listino prezzi, infatti, alla voce Zlatan ora si legge 5,5 milioni, per il cartellino ovviamente, mentre…

PARIGI – Sabato iniziato con il botto in casa Milan: dopo l’affondo nella notte del Monaco per El Shaarawy, si ritorna pesantemente a parlare di Ibra, con il PSG che fissa il prezzo. Sul listino prezzi, infatti, alla voce Zlatan ora si legge 5,5 milioni, per il cartellino ovviamente, mentre il giocatore continua a chiedere uno stipendio altissimo, che ora ammonta a circa 12 milioni annui.

PATTO – Mentre il PSG continua ad alzare le barricate per tenere alto il prezzo dello svedese, Galliani lavora nell’ombra e sembra sia arrivato con il procuratore del giocatore, Mino Raiola, ad un accordo di massima sulla parola. Si è parlato infatti di spalmare l’oneroso ingaggio del giocatore in più anni, abbassandolo così a 6 milioni più bonus.

PROBLEMI – Non è però tutto rose e fiori all’ombra della Torre Eiffel. Infatti le difficoltà per trovare un sostituto di Ibra sono evidenti, e il sogno Cristiano Ronaldo, nonostante la montagna di petroldollari a disposizione dello sceicco Mansour, potrebbe restare tale. Florentino Perez però è volato a Doha per parlare della doppia trattativa e chissà se in questo pazzo mercato assisteremo al più incredibile degli scambi di sempre.

Il Milanista

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy