ANALISI- Benvenuti su Nettuno, vittoria con i venti contrari

ANALISI- Benvenuti su Nettuno, vittoria con i venti contrari

milan analisi vittoria

ANALISI – Non tutti lo sanno, ma su Nettuno le raffiche di vento arrivano a velocità superiori ai 2 100 km/h. Il Milan era su Nettuno stasera, e controvento. Gambe pesanti, Mihajlovic che si gira a chiedere lumi ai suoi collaboratori, in particolar modo ai preparatori. E l’Empoli sembra quello di Sarri, mentre c’è il sigaro di Giampaolo in panchina. Vanno a favore di vento, e se Nettuno non è solo un pianeta, ma il dio del Mare, allora quella di stasera a fine primo tempo sembrava la tempesta perfetta: San Siro che passa dall’indifferenza per Balotelli ai fischi, il nuovo allenatore con i vecchi errori. E Bacca, che predica nel deserto, mandando in analisi tutte le idee brillanti di gioco toscane. Nel suo gol tutto quello che non è il Milan: accelerazione rapace e famelica a superare portiere e difensore.

QUELLO CHE NON C’E’ – Quello che non c’è in questo Milan: idee degne di nota per più di 1 ora, una predisposizione a dominare il gioco. E se sei su Nettuno, a livello di condizione, servono almeno le idee. E’ un Milan in apnea quello che subisce le ondate dell’Empoli, che ha più gamba, più smalto e complessivamente anche più voglia. Ed in tempi di calciomercato, forse Galliani dovrebbe chiedere in prestito con diritto di riscatto un pò di idee, con diritto di riscatto di un altro poco di fame,  e la cessione di metà, almeno, del cartellino di tutte le tossine che la piazza si porta dietro dalla scorsa stagione. Analisi a parte, forse la vera, ed unica paradossale buona notizia, è che il Milan porta a casa i 3 punti. Come, in questo momento, importerà ai puristi del gioco, agli esteti, ma in vista del Derby era fondamentale portare a casa la vittoria

QUELLO CHE C’E’ – L’atmosfera, a proposito di pianeti ghiacciati, come Nettuno, era fredda per questo Milan, e per il suo uomo mercato, Adriano Galliani. L’unica Balomania manifesta è stata una netta indifferenza: qualche applauso quando si alza per scaldarsi, ma non è lui l’acquisto che smorza il vento contrario. Bacca-Luiz Adriano tagliano in 2 l’Empoli, la partita, boccata d’ossigeno in atmosfera gonfia di idrogeno e asfissia. Bacca sconfigge il vento contrario a tutta velocità, Luiz Adriano si innalza oltre l’atmosfera bollente del pianeta più lontano dalla terra. Quello che c’è: l’analisi, sicuramente pacata, di Mihajlovic a fine primo ha trasferito nei suoi giocatori sicuramente la voglia di proporsi in attacco, anche approfittando di un calo, fisiologico, fisico, dell’Empoli. Hanno il merito di ristabilire la giusta atmosfera casalinga, e questa volta, forse, l’unica domanda, l’unico muto quesito che potrebbe balenare nella mente di Mihajlovic riguarda proprio Balotelli, la sua presenza in campo, o la sua permanenza in panchina. Non tutti lo sanno, ma su Nettuno le raffiche di vento arrivano a velocità superiori ai 2 100 km/h. Il Milan va molto più lento, ma vince, e forse, alla fine, la soluzione ai dubbi potrebbe essere proprio, per rimanere in tema di Nettuno, il tridente.

N.B.
A proposito: “atteggiamento molto maturo di Balotelli, va a sedersi in panchina”, quando, causa infortunio di Bertolacci, l’ultimo cambio è Poli. Forse bisognerebbe spedirle su Nettuno, tutte queste stucchevoli lenti d’ingrandimento, tutti questi zoom su Balotelli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy