FOCUS – I 5 motivi per cui essere fiduciosi dopo Milan-Empoli

FOCUS – I 5 motivi per cui essere fiduciosi dopo Milan-Empoli

La redazione de IlMilanista stila i 5 motivi per cui i tifosi rossoneri devono avere fiducia dopo il match di ieri, nonostante l’opaca prestazione generale.

5 motivi di milan-empoli

MATCH – Missione compiuta per il Diavolo. Tre punti e gran parte delle critiche allontanate, grazie alla prestazione brillante della coppia Luiz Adriano-Bacca. Il Milan però è ancora un cantiere aperto e solo la sterilità offensiva di un Empoli apparso più brillante fisicamente ha aiutato i rossoneri a conquistare la prima vittoria della stagione. La redazione de IlMilanista ha voluto invece stilare i 5 motivi per cui un tifoso milanista deve essere tutto sommato ritenersi soddisfatto dopo la prestazione di ieri:

1. ATTACCO – Quaranta milioni ad oggi spesi benissimo. Che altro dire? E’ pur vero che a Firenze Bacca e Adriano erano apparsi in gran difficoltà, soprattutto  a causa della mancanza di rifornimenti dal centrocampo. Ieri il colombiano e il brasiliano hanno ripreso a suonare lo spartito iniziato nella partita di Coppa Italia con il Perugia, quando fu l’ex Siviglia con un tacco illuminante ad avviare l’azione che avrebbe portato poi Adriano al gol. Luiz ci ha messo due settimane a ricambiare il favore: palla perfetta in profondità e Carlos bravissimo a dribblare Skorupski per il primo gol ufficiale della sua vita rossonera. Nel secondo tempo l’ex Shakhtar si è messo in proprio, volando sopra le teste di tutti e regalando i tre punti a Sinisa e al Milan. In potenziale la coppia di punte più forte della Serie A.

2. QUELL’ASSO DI JACK – Non c’è dubbio che il dinamismo dell’undici sia cambiato dopo la sostituzione di Suso per Bonaventura. Il nuovo idolo di San Siro ha cambiato la faccia del match, bloccato sin lì da un Empoli ordinato e capace con Saponara e Maccarone di ritardare l’inizio della manovra del Diavolo. Il Jack nazionale ha fatto a sportellate con i centrocampisti toscani, chiamando a salire la squadra, con la grinta e la determinazione degne del leader. Non a caso proprio dai suoi piedi nasce l’assist per il gol vittoria del Milan. Una delle poche sicurezze per Mihajlovic e per i tifosi.

3. CAGNACCIO – Ce lo aspettavamo tutti così, appassionato, intransigente e anche con un pizzico di arroganza. Non sarà l’allenatore più simpatico della Serie A, ma con il suo atteggiamento mai banale Sinisa sta pian piano conquistando anche il milanista più scettico. Ha le sue evidenti colpi su questo inizio singhiozzante, soprattutto in termini di organizzazione globale della formazione, ma lo spirito è quello giusto per una piazza che ha bisogno di un trascinatore emotivo. Ora però migliorare anche la tattica.

4. LINEA VERDE – Rigore procurato a parte (non è poco in effetti) contro Ilicic & Co. Romagnoli aveva ampiamente dimostrato il perché il Milan lo avesse voluto – e pagato – così tanto. Un comandante di difesa così giovane in Italia non si vedeva da un bel po’: grande senso della posizione e capacità di leggere in anticipo la giocata dell’avversario. Manca ancora qualcosina in fase di impostazione, ma c’è tempo per crescere. Il problema sarà trovare un compagno un minimo all’altezza, anche perché Zapata ha dimostrato in occasione del gol di Saponara i motivi per cui non parte titolare in questo Milan.

5. ESEMPIO – Ieri in panchina ci è rimasto a causa dell’emergenza a centrocampo, ma non sono passati inosservati i boati del pubblico ogni qual volta Balotelli si alzava, per scaldarsi, per parlare con Sinisa, per prendere la borraccia d’acqua… Non sarà l’accoglienza in pompa magna del ‘Balo Atto I’, ma il cuore del popolo rossonero, seppur flebilmente, sembra ancora battere per Mario. La speranza – ultima a morire per eccellenza – è che l’ex Liverpool prenda esempio dall’abnegazione e dalla concretezza del duo Bacca-Adriano, che tanto può insegnare, specialmente a livello di comportamento in campo, al numero 45 rossonero. Lo sperano i tifosi, lo spera Sinisa e, probabilmente, lo spera intimamente anche lui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy