In Europa League si cambia musica: difesa a tre e due punte

In Europa League si cambia musica: difesa a tre e due punte

Dopo la sonora sconfitta ricevuta ieri bisogna cambiare le carte e dare subito risposte convincenti a partire già da giovedì

Montella dirigenza

MILANO – La prima sconfitta stagionale del Milan ha lasciato qualche strascico, ma solo dal punto di vista tattico. La La Lazio ha dominato gran parte della gara, come testimonia il risultato, mostrando a tutti gli addetti ai lavori che il Milan è un cantiere aperto. Questa mattina anche Tuttosport spiega come manca ancora tanto prima di vedere il vero Milan, perchè il primo vero esame dei rossoneri è stato un flop.

Oltre al compito di Montella di lavorare sulla testa dei giocatori e sulla convizione degli stessi, crollata dopo il primo quarto d’ora, il tecnico campano ha notato anche i limiti tattici che presentano gli 11 che ieri sono scesi in campo (su tutti Cutrone e Borini) contro una Lazio pragmatica, ma mai impreparata sul piano tattico. Infatti giovedì si cambierà il modulo: contro l’Austria Vienna sarà la prima volta con la difesa a 3.

Il 3-5-2 permetterà inoltre di schierare anche due punte insieme, quindi aumenterà anche il peso offensivo che ieri è stato messo a nudo davanti alla fisicità e a l’ordine della difesa laziale.

 

SEGUICI SU TELEGRAM: CLICCA QUI!

 

Ilmilanista.it

 

4

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy