ZOOM – Il Milan pensa al futuro: Ivanovic è l’obiettivo numero uno per la difesa

ZOOM – Il Milan pensa al futuro: Ivanovic è l’obiettivo numero uno per la difesa

Alla scoperta del difensore del Chelsea, vecchio pallino del Milan

Ivanovic

Il reparto arretrato del Milan ha forte bisogno di essere rinforzato. Ad eccezione di Romagnoli, difatti, tutti gli altri difensori potrebbero cercare una nuova sistemazione: se non ora, sicuramente a giugno. I rossoneri sono chiamati a correre ai ripari il prima possibile: ed ecco che, proprio in previsione dell’estate, sbuca il nome di Branislav Ivanovic…

IDENTIKIT – Classe ’84, il suo contratto con il Chelsea scadrà nel prossimo giugno. Ivanovic è un giocatore di esperienza internazionale, il perfetto compagno di reparto per il giovane Romagnoli. La duttilità è tra le sue caratteristiche di spicco, potendo difatti giocare sia come difensore centrale che come terzino destro. È inoltre attento ad entrambe le fasi: si mostra sempre propositivo in avanti e grazie anche alla notevole prestanza fisica (è alto 188 centimetri per 86 chili di peso) è solido e affidabile negli interventi difensivi, risultando bravo anche nell’uno contro uno.
NUMERI – Ivanovic arriva al Chelsea nell’oramai lontano 2008. Tra le soddisfazioni personali più grandi, la doppietta realizzata contro il Liverpool nei quarti di Champions (due colpi di testa su due calci d’angolo), e soprattutto il gol siglato al 92′ contro il Benfica nella finale di Europa League del 2013, che permise ai blues di alzare al cielo la Coppa. Ivanovic è inoltre capitano della Nazionale serba, con cui ha collezionato finora 82 presenze, impreziosite da 10 gol.
AFFARE POSSIBILE? – La complicata situazione che stanno vivendo i blues, dopo l’esonero di Mourinho e l’arrivo di Hiddink, pare possa essere uno degli elementi determinanti nel discorso cessione. Il serbo, per giunta, non avrebbe manifestato la volontà di rinnovare il suo contratto con il club londinese. Il Milan ci ha messo gli occhi da tempo, e del resto la presenza del connazionale Mihajlovic sulla panchina è sicuramente un punto a favore. I rossoneri non possono però tesserarlo in questa finestra di mercato, visto che il giocatore ha il passaporto extracomunitario e il Milan ha Bacca e Luiz Adriano ad occupare le due caselle. Per giugno, l’unico intoppo è l’ingaggio: attualmente Ivanovic guadagna 5 milioni di euro netti all’anno. Una cifra di quelle importanti, ma i rossoneri non demordono: le prossime cessioni serviranno a monetizzare e fare nuovi investimenti in vista del futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy