Le voci, Sconcerti: “I cinesi che invadono Milano mi sembrano più affaristi che amanti”

Le voci, Sconcerti: “I cinesi che invadono Milano mi sembrano più affaristi che amanti”

Il giornalista sportivo ha parlato della cessione del Milan alla cordata cinese e dell’Inter

 

MILANO – Mario Sconcerti, dalle colonne del Corriere della Sera, commenta la cessione del Milan e dell’Inter:  I cinesi che stanno invadendo Milano mi sembrano più affaristi che amanti, ma anche gli affari rendono, sono solo più distanti, meno personali. Mentre nel calcio il coinvolgimento è determinante. Non lavori per accontentare clienti, lavori su problemi di fede. O ci sta con il cuore anche il padrone, o non comunichi. Per ora c’è un gran senso di vuoto. Sembra impossibile che Milano si sia fatta prendere così alle spalle, che lasci sul campo la sua autonomia quasi con voracità. Finiscono due grandi modi di essere, due vere pedagogie milanesi. Da domani Milan e Inter potranno essere migliori o peggiori, ma saranno comunque una cosa diversa”. Intanto un top club spagnolo mette nel mirino Romagnoli: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy