IL TRIVIO DIETRO L’ANGOLO – Piano B per la panchina: Conte davanti a Emery e Mihajlovic

IL TRIVIO DIETRO L’ANGOLO – Piano B per la panchina: Conte davanti a Emery e Mihajlovic

In casa Milan, da Silvio Berlusconi ad Adriano Galliani, aspettano fiduciosi la risposta di Carlo Ancelotti. C’è ottimismo, ma bisogna anche fare i conti con la realtà: l’ex rossonero, infatti, potrebbe rifiutare la proposta e in via Aldo Rossi non vogliono farsi trovare impreparati. Non a caso, secondo quanto riportato…

In casa Milan, da Silvio Berlusconi ad Adriano Galliani, aspettano fiduciosi la risposta di Carlo Ancelotti. C’è ottimismo, ma bisogna anche fare i conti con la realtà: l’ex rossonero, infatti, potrebbe rifiutare la proposta e in via Aldo Rossi non vogliono farsi trovare impreparati. Non a caso, secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, in via Aldo Rossi è già pronto un piano B.

ALTERNATIVE – I due profili più facilmente raggiungibili, sono quelli di Unai Emery e Sinisa Mihajlovic. Entrambi – scrive Tuttosport – nei giorni scorsi sembravano aver perso dei punti agli occhi di Berlusconi, ma la vittoria dell’Europa League (la seconda consecutiva) del tecnico basco e le relazioni di Galliani sul serbo, hanno di fatto cambiato le cose. Emery non ha mai chiuso la porta a un possibile approdo in rossonero, mentre Mihajlovic, sempre nel mirino del Napoli, non ha ancora accettato la corte dei partenopei.

 

 

 

 

IL SOGNO – Ma il sogno rimane Antonio Conte, sempre più scontento del suo attuale incarico. Secondo alcune voci, l’attuale c.t. starebbe pensando di mollare la Nazionale dopo aver ottenuto la qualificazione agli Europei. Poi tutto potrebbe accadere e i contatti con il Milan proseguono. Più defilato, infine, Vincenzo Montella. Ma tutto, come detto, dipenderà da Ancelotti. Solo se mister Carlo dirà di no il Milan prenderà seriamente in esame altre ipotesi. Dunque, appuntamento a mercoledì. (fonte: Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy