ESCLUSIVA – Galli: “E’ il derby di Gattuso. Gigio il migliore al mondo? Non ancora…”

ESCLUSIVA – Galli: “E’ il derby di Gattuso. Gigio il migliore al mondo? Non ancora…”

Ecco le dichiarazioni rilasciate dall’ex portiere ai nostri microfoni

di Redazione Il Milanista
Giovanni Galli, ex portiere del Milan.

Di Simone De Bari

MILANO – In vista del derby della Madonnina, i microfoni della nostra redazione hanno intervistato, in esclusiva, l’ex portiere rossonero Giovanni Galli.

Con la maglia del Milan ha vinto uno Scudetto, una Supercoppa Italiana, due Coppe dei Campioni, una Supercoppa Europea e una Coppa Intercontinentale. Inoltre, si è laureato Campione del Mondo con la Nazionale nel 1982.

Come giudica il momento che stanno attraversando Milan e Inter?

“E’ evidente come le due squadre stiano vivendo una fase completamente diversa. Il Milan ha acquisito grande entusiasmo grazie a questo filotto di vittorie. L’Inter invece ha diversi problemi, sia di risultati che di spogliatoio. L’eliminazione dall’Europa League, inoltre, è un colpo pesante da digerire”.

Molti sostengono che sia favorita la squadra che arriva peggio all’incontro, lei che derby si aspetta?

“Questo è un luogo comune privo di fondamento. La sfida è tutta da giocare, ma il Milan ci arriva indubbiamente meglio. Ovviamente i rossoneri non devono sottovalutare l’Inter, ma sono convinto che dopo tutti gli sforzi fatti per arrivare al terzo posto la squadra di Gattuso non commetterà questo errore. Risultati alla mano verrebbe da dire che il Milan sia favorito, ma come sappiamo si parte sempre da 0-0 e la partita è apertissima”.

E’ una gara decisiva per la stagione rossonera?

“Non necessariamente. Il Milan deve cercare di dare seguito agli ultimi risultati che sono stati ottimi. Ci sono ancora molte sfide fondamentali da disputare, compreso il ritorno della semifinale di Coppa Italia. Un’intera stagione non può ridursi alla partita di domani. Gattuso è stato bravissimo a motivare i suoi giocatori e dovrà tenerli concentrati fino alla fine di maggio. Il Milan non può permettersi di dimenticare le fatiche che ha fatto per arrivare così in alto, quindi serve la massima attenzione in ogni match”.

All’andata vinse l’Inter grazie ad una papera di Donnarumma: domani si aspetta di vedere Gigio particolarmente motivato?

“Il derby è sempre il derby, di questo ne siamo perfettamente consapevoli. Ma tra una fesseria nel derby e una in un’altra partita, non c’è molta differenza. Sempre di un errore si tratta. Se domani a San Siro ci fosse l’ultima in classifica, le difficoltà e le motivazioni per il portiere sarebbero le stesse. Credo che Gigio abbia sofferto molto il post-rinnovo, ma negli ultimi mesi si è ripreso alla grande e sta raggiungendo livelli importanti”.

Possiamo già considerarlo il miglior portiere in circolazione?

“Probabilmente è il giovane più bravo in questo momento, ma in assoluto credo ci sia ancora qualche portiere con dei numeri migliori. Tuttavia, l’età è dalla sua parte e non tarderà ad arrivare tra i primi al mondo”.

Che ne pensa di mister Gattuso?

“Sta raccogliendo i frutti di un grande lavoro. Se il derby di domani vale così tanto è anche merito suo. E’ stato operaio nella testa, è stato formichina. Non si è esaltato nei momenti positivi e non ha mollato in quelli negativi. Ha sempre avuto fiducia nella sua squadra e nel suo lavoro: è un segnale molto importante, sia per il presente che per il suo futuro”.

C’è un derby che ricorda con particolare piacere?

“Il mio score personale nella stracittadina milanese è molto positivo, dato che ne ho persa solamente una. Il derby a cui mi sento più legato è quello dell’aprile ’88, in cui ci imponemmo per 2-0 con i gol di Gullit e Virdis. Ricordo che in quell’occasione l’Inter non superò quasi mai la metà campo. La squadra fece una prestazione eccezionale e quella partita fu decisiva per la vittoria del campionato”.

Intanto, clamorosa ipotesi a costo zero: una stella può tornare > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy