ESCLUSIVA – Eranio: “Fiorentina in enorme difficoltà, il Milan può colpire. Gattuso? Sta facendo il massimo”

ESCLUSIVA – Eranio: “Fiorentina in enorme difficoltà, il Milan può colpire. Gattuso? Sta facendo il massimo”

Ecco le dichiarazioni rilasciate in esclusiva ai nostri microfoni

di Redazione Il Milanista
Eranio Milan

Di Simone De Bari

MILANO – In vista di Fiorentina-Milan, in programma domani sera al Franchi, i microfoni della nostra redazione hanno contattato l’ex centrocampista rossonero Stefano Eranio.

Eranio ha vestito la maglia meneghina dal 1992 al 1997 vincendo tre Scudetti, tre Supercoppe Italiane, una Champions League e una Supercoppa Europea.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Quante possibilità ha il Milan di giocare la prossima Champions League? 

“Dipenderà da cosa faranno Atalanta e Inter, che sono sopra ai rossoneri. Purtroppo al Milan non basta vincere le sue partite, ma deve anche sperare che Atalanta e Inter facciano passi falsi. Non so quante possibilità ci siano onestamente. Forse è più semplice prendere punti alla squadra di Spalletti che a quella di Gasperini: l’Atalanta ormai sta talmente bene sia fisicamente che mentalmente, che mi pare difficile pensare che non riesca a centrare la Champions. Però bisogna continuare a crederci”.

Ha visto dei segnali positivi nella gara contro il Bologna? 

“E’ stata indubbiamente una vittoria importante, ma la partita non è stata giocata ad altissimi livelli. Tuttavia era fondamentale prendere i tre punti e così è stato, ora bisogna vincere le tre sfide che restano”.

Quante insidie presenta la trasferta di Firenze?

“Tutte le partite sono difficili da vincere e bisogna conquistarsi sul campo il risultato. La Fiorentina sta attraversando un periodo delicatissimo ed è in piena contestazione. L’ambiente al Franchi sarà sicuramente ostile alla squadra viola. I ragazzi di Montella non hanno più nulla da dire per quel che riguarda la classifica, ma molti di loro vorranno fare bene per meritarsi la conferma l’anno prossimo. Ciononostante, credo che questo sia il momento giusto per andare a Firenze e cercare di portare a casa la posta piena. Il Milan non sta giocando benissimo, ma spero che l’ultima vittoria abbia ridato autostima e convinzione alla squadra”.

A cosa è dovuto il calo di rendimento da parte di Piatek?

“Il 4-3-3 con cui gioca il Milan è un sistema in cui non si verticalizza molto e il centravanti viene cercato poco. Questo è uno dei problemi principali della squadra: forse bisognerebbe cambiare sistema di gioco, magari portando anche i terzini al cross per l’attaccante. Mi auguro che qualche variante ci sia, ma soprattutto che si giochi con maggior spensieratezza. Spero che le sfide di Champions viste questa settimana abbiano fatto capire che le partite vanno affrontate con coraggio, portando più giocatori possibili nella metà campo avversaria”.

Si parla molto del possibile sostituto di Gattuso, ma in caso di quarto posto meriterebbe la conferma? 

“Assolutamente sì: io sto con Rino tutta la vita. Quest’anno ne ha passate di tutti i colori: fra cambio di società, infortuni e giocatori che hanno messo in difficoltà la squadra con i loro atteggiamenti. Gattuso, oltre ad essere capace, è una persona diretta e sincera. Credo che quest’anno abbia fatto il massimo, poi in campo ci vanno i giocatori e il calo fisico di alcuni elementi fondamentali della rosa, ha fatto si che tutta la squadra ne risentisse. Penso soprattutto a Suso, che sta giocando al 50%. Il gol segnato al Bologna spero lo abbia risvegliato, perché per andare in Champions c’è indubbiamente bisogno del miglior Suso”.

Intanto, incontro fissato: colpaccio in arrivo per il Milan! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy