Verso Cagliari – Milan, la cura sarda per ripartire?

Verso Cagliari – Milan, la cura sarda per ripartire?

Nella passata stagione la trasferta del Milan a Cagliari trasformò la squadra di Gattuso

di Redazione Il Milanista

di Luca Villari

La Sardegna è un mondo a parte e la Cagliari calcistica l’anno scorso ha aperto nuovi mondi ad un Milan appena entrato in terapia d’urto. Era gennaio, era un Milan con diversi malanni di stagione: discontinuità, paura ed una fragilità causata da difese immunitarie bassissime. Tutti sintomi già riscontrati nelle annate passate senza guarire del tutto e con pesanti ricadute.

Vecchi guai Era la 21^ giornata, la seconda di ritorno, la 7^ con Gattuso in panchina (o in sala rianimazione volendo) in campionato. Era un Milan sotto nel punteggio fino alla mezz’ora o poco più, punito dal gol di Barella, facilitato da un Donnarumma poco attento. Era lo stesso Milan capace di rimontare nello spazio di 6 minuti. C’era Kessiè – e tutti i suoi famosi cento chili – a caricarsi la squadra sulle spalle e ad armare la rimonta: rigore al 36’, sorpasso al 42’. Energia pura, con Rino che da un po’ aveva dismesso il camice bianco per indossare la tuta da meccanico, tirare fuori i cavetti – rigorosamente rossi e neri – e ricaricare un diavolo con poca forza.

Nuovi rimedi Apparecchiatura fast charger probabilmente: la batteria del Milan si ricarica in poco tempo e l’effetto si traduce in punti. Undici risultati utili consecutivi (compreso il pareggio con la Fiorentina e la vittoria col Crotone precedenti a Cagliari), tra cui il capolavoro di Roma: giallorossi sconfitti a casa loro con le reti di Cutrone e Calabria. Di lì a poco, le pile si scaricano di nuovo, per un finale di campionato meno brillante ma che darà comunque un piazzamento in Europa League. Quest’anno dopo essere andati in crush a Napoli, è bastato resettare tutto. Ripartenza con la Roma, ancora: gioco, mentalità, voglia. Adesso la batteria è al massimo, speriamo che duri.

Ma intanto Leonardo piazza i colpi per il futuro: CLICCA QUI 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy