La rivoluzione della UEFA

La rivoluzione della UEFA

Ecco le novità della Uefa per il prossimo triennio

di Redazione Il Milanista

MILANO – Per il prossimo triennio nelle competizioni UEFA ci saranno molte novità. Infatti dopo la riunione di febbraio tra International Football Association Board e il Comitato Esecutivo Uefa, sono state approvate le modifiche dei regolamenti che saranno in vigore dalla prossima stagione e riguardano la Uefa Champions League, la Uefa Europa League e la Uefa Super Cup. La prima grande rivoluzione riguarda la possibilità di effettuare una quarta sostituzione solamente nei supplementari delle partite ad eliminazione diretta. Inoltre per le finali delle tre competizioni potranno essere iscritti sul referto di gara 23 giocatori: 5 in più rispetto alle altre partite. Ciò è permette di avere 12 calciatori in panchina e di dare all’allenatore una maggiore flessibilità sui sostituti. Cambia anche l’orario delle partite di Champions League: il calcio di inizio sarà alle 21, ma due partite del martedì e del mercoledì cominceranno alle 18.55, tranne per l’ultima giornata che sarà in contemporanea, salvo decisioni prese dall’amministrazione UEFA, come ad esempio le partite in Russia che, viste le alte temperature, potrebbero essere anticipate. In Europa League la fase a girone e gli ottavi di finale avranno due orari: 18.55 e 21.00, e come nell’altra competizione l’ultima partita della fase a raggruppamenti sarà in contemporanea. Le partite successive inizieranno alle nove. Un’altra novità riguarda anche la registrazione dei giocatori dopo le fasi a gironi: una società potrà registrare tre nuovi calciatori idonei senza alcuna restrizione. La modifica non impone restrizioni sull’ammissibilità alle competizioni di giocatori registrati da un nuovo club durante la finestra di mercato invernale. Come già accade in Champions League, dalla prossima stagione i club che hanno vinto l’Europa League, o la coppa Uefa, per tre volte consecutive potranno indossare Distintivo dei Plurivincitori sulla manica della maglia: per ora solo il Siviglia indosserà lo stemma che l’ha vinta per ben 5 volte (2006, 2007, 2014, 2015, 2016). Intanto un giocatore del Milan fa gola a un club tedesco —> CONTINUA A LEGGERE

Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy