Gullit: “Juve forte, ma il Milan può batterla”

Gullit: “Juve forte, ma il Milan può batterla”

Le parole dell’olandese alla Gazzetta dello Sport.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Ruud Gullit si è così espresso sugli ultimi due mesi stagionali, che vedono il Milan lottare per l’Europa e per la conquista della Coppa Italia: “Per giudicare un allenatore servono almeno tre anni. Però mi permetto di dare un suggerimento a Gattuso: la sua prima sfida deve essere quella di creare un gruppo forte. Champions irraggiungibile? Però può vincere la Coppa Italia. I nuovi cicli hanno bisogno di una vittoria, anche in un torneo non importantissimo, per trovare slancio. Il problema è che in finale c’è la Juve. I bianconeri sono forti. Credo che conquisteranno un altro scudetto. Il Napoli che sembrava un rivale molto temibile è in ritardo in classifica”.

Poi, un commento sul Milan attuale, molto diverso da quello del glorioso passato: “Il Milan di oggi è cambiato. I tifosi rossoneri devono avere pazienza. Il calcio è un’onda: un momento sali al cielo, il momento dopo scompari. Poi, torni a salire. Ma non sarà facile per i rossoneri tornare a dominare nel mondo. Come succedeva ai nostri tempi. Il motivo è semplice: i campioni non vengono più in Italia. Preferiscono la Premier, il Barcellona, il Real. Non è solo un problema di soldi. E’ una questione di fascino. Però c’è una società italiana che sta lavorando bene c’è, la Juve: sa scegliere bene i giocatori. E’ questo il segreto per risalire la corrente”.

Gullit ha fatto parte del più forte Milan di tutti i tempi: “Quando abbiamo capito che potevamo vincere tutto? Quando battemmo il Como segnando tanti gol pur essendo rimasti subito in dieci uomini. Dimostrammo di essere qualcosa di diverso per il calcio italiano. E poi dopo ogni successo volevamo sempre di più”.

 

Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy