Gasperini: “Ho adottato Gattuso dopo che gliene hanno dette di ogni tipo”

Gasperini: “Ho adottato Gattuso dopo che gliene hanno dette di ogni tipo”

Ecco cosa ha detto il tecnico nerazzurro

di Redazione Il Milanista

MILANO – L’allenatore del’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha rilasciato un’intervista a “Il Corriere dello Sport“.

L’allenatore dell’Atalanta ha parlato così:  “Se mi avessero chiesto tre mesi fa se l’Atalanta giocasse per la Champions League, avrei rispedito la questione al mittente. E mi sarei indispettito. A sette giornate dalla fine ci siamo, dobbiamo esserci. Perché ce la faremo a qualificarci in Champions? Perché non abbiamo pressioni. Perché non ce la faremo? Lottiamo contro corazzate. Se Milan-Lazio, però, finisse pari ad esempio, si rimescolerebbero ancora le carte. Atalanta a vita? Ho un contratto, sto benone, cosa dovrei risponderle? Non ha senso. Oggi non faccio più mutui. Il futuro è l’Empoli lunedì, poi la Fiorentina e la finale di Coppa Italia. Il mio step è il 15 maggio. Inutile pensare a cosa accadrà tra due mesi, quattro o dieci. Il nuovo Gasperini? Mi vengono in mente De Zerbi e Inzaghi. Simone? Anche Pippo, ma dalla sera alla mattina cambia il mondo. Oggi sono un tifoso sfegatato di Gattuso. E lo sa perché? Gliene hanno dette di ogni tipo, vituperando il suo lavoro, così l’ho adottato. Un suo risultato mi rende felice come se fosse il mio. A livello tattico il Milan lo ha creato lui, si vede che ha quei colori tatuati sulla pelle“.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!

Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy