Elliott ha salvato il Milan dopo la cattiva gestione cinese

Elliott ha salvato il Milan dopo la cattiva gestione cinese

A riportare la notizia Tuttosport

di Redazione Il Milanista

MILANO – I pochi mesi di Yonghong Li al Milan ha avuto effetti disastrosi, tanto che la proprietà di Elliott sta ancora facendo i conti con la cattiva gestione di Fassone e soci. Il quotidiano Tuttosport, a seguito della chiusura della relazione di bilancio della scorsa stagione evidenzia come sia effettivamente calato il sipario sul Milan cinese. Mr Li ha lasciato un passivo record da 126 milioni, incrementato di ben 53 milioni determinato da diversi fattori: maggiori ammortamenti e svalutazioni dei diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori, maggiori costi di personale tesserato e non, maggiori oneri finanziari, meno introiti da sponsorizzazioni. Sempre Tuttosport sottolinea come le svalutazioni dei cartellini di Bacca e di Kalinic abbiano contribuito al rosso di bilancio. Elliott è stato fondamentale con il suo intervento, grazie ai 170,5 milioni per la ricapitalizzazione dei mesi scorsi che hanno permesso di estinguere i due bond emessi al Terzo Mercato della Borsa di Vienna. Il bilancio della scorsa stagione è stato chiuso con un patrimonio netto negativo di 36 milioni ma soprattutto con un aumento dei ricavi dei 43 milioni: da 212 milioni a 255 milioni. Intanto, Andrè Silva non dirada le nubi sul suo futuro: “Sul ritorno al Milan…” > CLICCA QUI

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy