Donati: “Al Milan troppo giovane, non ero pronto. Squadra pazzesca”

Donati: “Al Milan troppo giovane, non ero pronto. Squadra pazzesca”

Massimo Donati torna sul suo passato rossonero con qualche rimpianto

di Redazione Il Milanista

Massimo Donati, ex ragazzo prodigio ai tempi dell’Atalanta e con un passato al Milan, ha parlato della sua esperienza rossonera a gianlucadimarzio.com. “Arrivai al Milan troppo giovane, avevo solo 20 anni. Quella era una squadra top in tutti gli aspetti, dal campo alla società, e io non ero mentalmente pronto per una realtà così grande. Ritrovarmi dal paesino a San Siro, un sogno che però ho subìto. Magari se avessi indossato il rossonero tre o quattro anni più tardi tutto sarebbe stato diverso. Questo forse – ha ammesso il centrocampista attualmente in forza al St. Mirren in Scozia – è l’unico rimpianto della mia carriera: al Milan mi sentii arrivato, mollai mentalmente. Eppure in quella squadra c’erano Maldini e Costacurta che erano degli esempi pazzeschi, si allenavano in un modo incredibile. Ancelotti in panchina, Pirlo e Gattuso in campo e… nello spogliatoio: Andrea e Rino erano tra i più divertenti, quante gag e risate”.

Ma intanto è già derby di mercato: CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy