Bonucci: “Contento di essere il capitano del Milan. Se fossi stato a Madrid…”

Bonucci: “Contento di essere il capitano del Milan. Se fossi stato a Madrid…”

Le parole del capitano del Milan Bonucci a Premium Monday.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Intervenuto negli studi di Premium Monday, il capitano rossonero Leonardo Bonucci si è così espresso su alcuni temi riguardanti il Milan.

SULLA STAGIONE: “Il Milan sta crescendo, è cresciuto. Abbiamo avuto un po’ di difficoltà nei primi mesi ma adesso abbiamo iniziato a gattonare. Il momento più bello e quello più difficile al Milan? Il più difficile sicuramente i primi mesi, non capivamo dove erano gli errori e non miglioravamo. Poi fortunatamente siamo cresciuti e abbiamo iniziato una rincorsa in cui abbiamo speso molte energie”.

GRANDI PORTIERI: “Per noi era importante un punto ieri e ho esultato alla parata di Gigio come se avesse fatto un gol, perché di fatto è valsa come un gol. Sono stato fortunato ad avere Gigi che è stato il migliore della storia del calcio e ora gioco con Gigio che può diventare uno dei più forti. Deve restare leggero, non sentire le pressioni perché solo così può crescere. Stupito più dalla rovesciata di Ronaldo o dalla parata di Donnarumma? Sono stati due grandi gesti tecnici”.

CAPITANO: “Spero di fare il capitano al meglio. Mi sono messo a disposizione e ho sempre cercato di essere me stesso in ogni occasione. Ho sbagliato, ho fatto altre cose buone ma credo di aver portato esperienza a un gruppo giovane. Sono contento di essere il capitano di questa squadra”.

LA SFIDA AL TORINO: “Si sono ripresi alla grande, ora sono una squadra, esprimono un buon calcio e dovremo stare attenti. Ma abbiamo l’obbligo di vincere”.

POLEMICHE DEL BERNABEU: “E’ stata una settimana ricca di emozioni, sono molto contento per la Roma e dispiaciuto per la Juve perché fare tre gol al Bernabeu non è una cosa di tutti i gironi. Poi c’è stato questo episodio dubbio nel finale ma hanno dimostrato di essere all’altezza. Il calcio è fatto di episodi che possono capitare. Se ho pensato, ‘meno male che non sono lì’ quando ha fischiato il rigore? Sì, l’ho pensato perché forse non avrei saputo tenere a freno i miei istinti”.

Scopri il futuro dei 6 portieri del Milan: CLICCA QUI 

Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy