Scotti: “Il terzo posto inatteso mi corrobora”

Scotti: “Il terzo posto inatteso mi corrobora”

Le parole del presentatore televisivo alla Gazzetta

di Redazione Il Milanista

Gerry Scotti ha parlato alla Gazzetta dello Sport.

Ecco le sue parole: “Mi tengo il punto in più e questa bella scia di successi. Il terzo posto inatteso mi corrobora. Non vedo una squadra più in forma, il Milan nelle ultime due partite è un po’ calato, ha giocato di riffa e di raffa, e l’Inter non ha ancora espresso il suo potenziale. La differenza la farà l’adrenalina del derby. Derby Champions? Finalmente una sfida che conta! Una volta vincerla salvava l’annata, ora vale molto di più, spero di vedere un bel calcio. Cosa mi convince del Milan? La difesa quadrata, Biglia ritrovato che gioca come ai tempi della Lazio, Paquetà, il tasso tecnico di Suso e naturalmente il bomber Piatek che potrebbe diventare il nostro trascinatore. Peccato per l’uscita di Higuain, evidentemente aveva accusato un tracollo nervoso dopo il rigore sbagliato contro la Juve… Comunque, dite quello che volete, escogitate tutti i tatticismi del caso, ma alla fine in un derby la differenza la fa l’attacco. E mi terrei stretto anche il giovane Cutrone, che deve avere pazienza: nel calcio moderno si gioca in più di undici. Chi toglierei all’Inter? Non vorrei che a sorpresa giocasse Icardi… Pare di no, mi auguro che rimanga fuori. Se non c’è Maurito dico Politano, in forma e pericoloso. Fioretto in caso di vittoria? Non mangerei un pezzo di cioccolata per un mese. E’ una penitenza semplice, ma seria per uno goloso come me”.

Intanto, pace fatta tra il Milan e Raiola: e arriva un gioiello… > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy