Palmeri: “Non sappiamo ancora quale sarebbe l’alternativa a San Siro”

Palmeri: “Non sappiamo ancora quale sarebbe l’alternativa a San Siro”

Le parole del giornalista a RMC Sport

di Redazione Il Milanista

Tancredi Palmeri ha parlato a RMC Sport.

Ecco le sue parole: “Non sappiamo ancora quale sarebbe l’alternativa a San Siro, non è stato presentato neanche un progetto al giorno d’oggi. Stiamo ancora parlando del niente, ma è anche vero che quando si incamminano le cose a Milano davvero camminano. A Milano le cose si fanno, in due anni e mezzo ho visto cambiare lo skyline della città. La politica è sempre politica, i tempi sono lunghi, ma a Milano le cose si fanno. Lo ripeto. Non dobbiamo per forza essere stereotipici e copiare gli altri, mi piace il fatto che a San Siro giochino entrambe le squadre di Milano. È vero anche che se devi fare il passo lo fai completo, a questo punto Inter e Milan – come ha detto Agnelli – dovrebbero cercare di costruirsi uno stadio per uno. Così però passeremmo da uno a tre stadi. San Siro è un patrimonio artistico e architettonico. Ha un significato culturale e non solo sportivo, tramandato di società in società. San Siro è bello, è lo stadio più riconoscibile al mondo. Non lo demolirei mai. Potremmo farlo diventare il Wembley d’Italia, lo stadio della Nazionale e della Coppa Italia. Me lo terrei stretto tutta la vita”.

Intanto, niente Napoli: arriva il sogno rossonero! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy