Maldini in rossonero, scelta di cuore e testa: “Credo nel progetto, amo il Milan”

Maldini in rossonero, scelta di cuore e testa: “Credo nel progetto, amo il Milan”

Il riassunto della conferenza stampa di presentazione di Paolo Maldini.

di Redazione Il Milanista

Il riassunto della conferenza stampa di presentazione di Paolo Maldini

Paolo Maldini, Direttore Sviluppo Strategico Area Sport del Milan.
Paolo Maldini, Direttore Sviluppo Strategico Area Sport del Milan.

MILANO – [fonte acmilan.com] In apertura le dichiarazioni del Presidente, Paolo Scaroni: “L’arrivo di Paolo Maldini è una gioia per tutti, è una pietra importante per la rinascita rossonera. Paolo Maldini supporterà il Milan in tutta la sua strategia di sviluppo, soprattutto quella sportiva. Maldini e Leonardo saranno gli alfieri del Milan nel mondo“.

Poi spazio al benvenuto di Leonardo, Direttore Generale dell’Area Tecnico-Sportiva: “C’è sempre stato il sì di Paolo, ma sono mancate le combinazioni. Avere Paolo mi rafforza molto nel lavoro quotidiano e a livello umano, mi ha sempre colpito per la sua costanza. Lo hanno convinto le condizioni di oggi, alla base di tutto c’è la nostra amicizia. Lavoreremo sempre insieme, per la società sarà un valore enorme. Paolo è il Milan. Questa è casa sua, sarà un esempio: in questo Milan vogliamo gente seria e che si impegna. Voglio sottolineare la bellezza di avere la parte sportiva composta da me, Paolo e Gattuso“.

Ecco, adesso, le principali risposte di Paolo.

IL PROGETTO
Non ho mai detto di no senza prima parlare. Adesso la situazione è diversa, Leonardo e la proprietà mi hanno presentato il progetto. E io credo in questo progetto. Sono molto contento. Leonardo è stato fondamentale, le persone fanno la differenza: siamo amici, diversi ma ci completeremo. Abbiamo conoscenza della materia e competenza dell’ambiente. Ho incontrato la proprietà a New York ed è stato tutto abbastanza rapido: c’è serietà e il ruolo che mi hanno proposto è stato cruciale“.

LA SOCIETÀ
Mi occuperò di Prima squadra, settore giovanile, mercato e rapporto con l’allenatore. Mi occuperò di tutta l’area sportiva, insieme a Leonardo. Deve tornare il senso di appartenenza, cercherò di trasmetterlo alla squadra. Sento il peso dell’incarico e le responsabilità, è bellissimo tornare nel mio ambiente. Una società deve essere innanzitutto solida e questa società è solida, vuole tenere il club per un periodo medio-lungo. Oggi comincia la mia carriera dirigenziale, spero sia ricca di successi. Non potevo chiedere di avere compagni migliori di quelli che ho oggi al mio fianco“.

LA SQUADRA
Ho parlato con Gattuso prima del suo ritorno dall’America, ci vedremo molto presto. Ha fatto benissimo, la sua riconferma non è mai stata in discussione: è un valore aggiunto. Arriviamo da due sesti posti, vogliamo migliorarci e rinforzarci, ma senza spese pazze. L’operazione Higuain non va valutata solo per il colpo di Gonzalo ma anche per l’acquisto in prospettiva di Caldara. Cutrone mi ha impressionato, ha fatto cose incredibili. Donnarumma ha avuto grandi pressioni, ha retto fin troppo bene e voglio aiutarlo. Il mio rapporto con i tifosi del Milan è stupendo, mi amano: sarò giudicato per quello che produrrò, come da giocatore“. Intanto, non c’è solo Maldini: Leonardo piazza un altro colpo super! > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy