Milan-Lazio, il meglio e il peggio: il Calha ritrovato e l’umanità del pistolero

Milan-Lazio, il meglio e il peggio: il Calha ritrovato e l’umanità del pistolero

Il meglio e il peggio di Milan-Lazio

di Redazione Il Milanista

MILANO – Una vittoria dal sapor di Champions League, importante e forse definitiva. Come consueto, andiamo a vedere ora il meglio ed il peggio del match.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!

Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Milan-Lazio: il meglio

CALHANOGLU – Finalmente! Questo potrebbe essere il titolo di un ipotetico giornale. Il turco, Hakan Calhanoglu, ha rimesso in luce tutto il suo repertorio che sembrava perduto. L’arretramento sulla linea dei centrocampisti gli ha giovato, d’altronde non ha il fiato giusto per poter giocare largo di fascia e Gattuso sembra averlo finalmente capito. La svolta, poi, arriva quando l’allenatore lo avanza tra le linee come sottopunta di Piatek: lì il 10 ha mostrato classe, eleganza, tecnica, e capacità di potersi tenere stretto il Milan. La giocata su Bastos – che poi ha portato al rigore annullato dal Var – è una deliziosa fotografia della sua prestazione.

Milan-Lazio: Calhanoglu super!
Milan-Lazio: Calhanoglu super!

 

Milan-Lazio: il peggio

PIATEK – Era ora, possiamo dirlo? Ci stavamo quasi spaventando che il numero 19 fosse una macchina artificiale creata a posta per fare gol a raffica – d’altronde Gattuso lo chiamò Robocop in una delle prime dichiarazioni su di lui – ed invece possiamo dire che… Piatek è umano. Come successo nell’ultimo match ha sofferto molto la pressione fisica di Acerbi e ne ha approfittato per uscire un po’ dalla sua zona di appartenenza allargandosi per favorire i movimenti dei suoi avversai. Prestazione però, non esaltante, considerando anche che le uniche due occasioni che ha avuto le ha sprecate malamente.

 

Milan-Lazio: non il miglior Piatek
Milan-Lazio: non il miglior Piatek

Intanto, si chiude il doppio scambio: ecco i primi due colpi del Milan > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy