Anteprima DAZN, Gattuso: “Il Milan è stato un sogno per me. Istanbul? Dopo lo shock Galliani mi convinse a restare…”

Anteprima DAZN, Gattuso: “Il Milan è stato un sogno per me. Istanbul? Dopo lo shock Galliani mi convinse a restare…”

Gattuso ai microfoni di DAZN

di Redazione Il Milanista
Gattuso

MILANO – Sabato prossimo ci sarà una gara dal sapore antico, una super classica: Liverpool-Milan. Ma a scendere in campo, saranno le rispettive vecchie glorie delle due compagini.

Compagini che si sono affrontate più volte nella loro storia e Gattuso – attuale tecnico rossonero – lo sa bene e ne ha parlato ai microfoni di DAZN (che offrirà la visione della partita). Ecco, in esclusiva, un’anteprima dell’intervista: “Il Milan è stato un sogno per me. È la squadra che ho sempre tifato da bambino. Quando il Milan vinse contro lo Steaua Bucarest, mio padre mi portò a fare la sfilata. E il sogno era quello di riuscire ad alzare la coppa al cielo con la maglia del Milan. I miei ex compagni?  I più vanitosi Borriello, Beckham e Fernando Redondo. Ogni giorno venivano con vestiti diversi. Il più casinista dopo di me, Kaladze. Quando volevo fare un po’ di casino mi appoggiava sempre. Io cantante come Ancelotti nel 2007? Spero di rivivere quel momento il più presto possibile. Per come sono fatto difficilmente prenderei in mano un microfono e comincerei a cantare dentro San Siro. Carlo era unico anche per questo. Ma mai dire mai nella vita…da calciatore ne ho fatte di peggio”.

Sulla finale di Instanbul: “Galliani mi ha convinto a restare al Milan. È stato 8/9 ore chiuso nella sala trofei. Veniva solo la segretaria a portare qualche caffè con dei tramezzini. Mi sentivo tantissime responsabilità addosso. Non l’ho accettata quella sconfitta”.

Su Dudek: “I suoi movimenti sulla linea di porta e sui rigori li ho sognati per moltissimi anni. Vedere la doppia parata di Dudek su Shevchenko al 119esimo quando chiude gli occhi e fa quel miracolo…è stato un incubo per tanti anni. Qualche volta quell’incubo appare ancora”.

Sulla sfida con le vecchie glorie: “Vediamo come andrà. Perché secondo me quando entrerò nel sottopassaggio ad Anfield sicuramente qualcosa scatta”.

Dall’altra parte, come esponente dei Reds, ecco le parole di Pepe Reina che ricorda così le sfide con il Milan: “Il giocatore che ho sempre invidiato era Kaká, un talento da far paura. Pronostico? Per la forma fisica mi sa che i giocatori del Liverpool stanno un pochino meglio”.

Per seguire la partita su DAZN basta cliccare >>>QUI<<<

Intanto, pronto un clamoroso ritorno da 20 milioni > CLICCA QUI

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy