Ielpo: “Se non ci sono violazioni di norma, la UEFA non può fare come le pare”

Ielpo: “Se non ci sono violazioni di norma, la UEFA non può fare come le pare”

Le parole dell’ex rossonero a RMC Sport

di Redazione Il Milanista

Mario Ielpo ha parlato a RMC Sport: “Li Yonghong? Mi sembra inverosimile che un soggetto, seppur lontano dall’Italia e che conosciamo poco, metta i soldi che ha messo in questa operazione e poi ad un certo punto non faccia più nulla. Mi sembra che tutto vada verso un tentativo per risolvere la situazione e portarla a buon fine”.

 UEFA –  “Direi che quello che lascia stupiti è il fatto che il debito complessivo del Milan è sostenibilissimo. Qui si vogliano garanzie su chi è la proprietà, questa è un po’ la filosofia che c’è dietro. Questo è sconvolgente da parte mia. Se non ci sono violazioni di norma, la UEFA non può fare come le pare”.

SOCIO DI MINORANZA  –  “Ad oggi non si sa chi sarà, ma se la partecipazione è rilevante in termini economici o è un amico fraterno del socio, oppure vedremo qualcosa di simile a quello che è accaduto all’Inter. O lo scopo è quello di subentrare nel controllo di una società oppure possono esserci altri interessi correlati che non conosciamo”.

Gli addii al Milan portano oltre 90 milioni alle casse del club: CLICCA QUI

Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy