Gattuso: “Possiamo spingere con personalità e coraggio. Scudetto? Siamo dietro. Su Ancelotti…”

Gattuso: “Possiamo spingere con personalità e coraggio. Scudetto? Siamo dietro. Su Ancelotti…”

La conferenza stampa di Rino Gattuso

di Redazione Il Milanista

La conferenza stampa di Rino Gattuso

gattuso-conferenza-stampa

MILANO – Ecco un sunto delle dichiarazioni in conferenza stampa di Rino Gattuso, alla vigilia di Napoli-Milan:

IL NAPOLI DI ANCELOTTI
Sarà una partita molto difficile, ce la giocheremo e speriamo di vincere. Ieri ho sentito Carlo (Ancelotti), per me è stato più di un allenatore, è un maestro, c’è stato un grandissimo rapporto. Carlo sta provando a cambiare qualcosa, il Napoli ha giocatori forti e ha una sua identità precisa. Di Carlo mi colpiva la sua semplicità, al Milan ci ha fatto fare il salto di qualità. Possiamo spingere, ne siamo consapevoli, abbiamo la benzina giusta. Voglio vedere un Milan con grande personalità e coraggio“.

SQUADRA E SINGOLI
Possiamo diventare più forti dello scorso anno, ma ci vuole tempo. Abbiamo bisogno della squadra, Higuain è uno dei migliori attaccanti al mondo ma penso soprattutto al collettivo: dovremo fare il massimo in tutti i reparti, segnando e senza subire. Caldara era abituato a un gioco diverso, si sta sforzando e ha grande voglia e mentalità. Quando ci parli è una spanna sopra agli altri. Bakayoko nei test mi ha sorpreso per la sua velocità. Donnarumma, se copia e incolla i movimenti e gli atteggiamenti dell’incredibile professionista che è Reina, può diventare il più forte portiere al mondo. Cutrone non deve perdere il veleno“.

MALDINI E LEONARDO
Alleno una grande squadra e sono in una grande società, la sto vivendo bene e non ho problemi a gestire le pressioni. Con Leonardo e Maldini ho un grande rapporto, c’è grande schiettezza e rispetto, portano aria nuova e adrenalina. La squadra si gasa quando vede i nuovi dirigenti, i ragazzi sono carichi e motivati. Bisogna rispettare le regole e i ruoli, senza alibi ma facendo crescere tutto il progetto. Gordon Singer mi ha dato fiducia e tranquillità. In campo non dobbiamo accontentarci. Sarà una stagione molto impegnativa, difficile ma magari anche positiva. Bisognerà lavorare tanto per raggiungere il quarto posto, che vuol dire Champions League“.

Intanto, Milan vicinissimo al colpo Rabiot a zero: le ultime dalla Francia > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy