Europa League, le pagelle di Dudelange-Milan

Europa League, le pagelle di Dudelange-Milan

Le pagelle di Dudelange-Milan de ilMilanista.it, prima sfida in Europa League per i rossoneri.

di Redazione Il Milanista

Le pagelle di Dudelange-Milan

Higuain

REINA 6

Mai un tiro in porta, un intervento per meritare qualche applauso, solo tanti palloni che gli passano a qualche metro di distanza.

ABATE 6

E’ sempre il solito Ignazio con i suoi pregi e qualche difetto che si porta avanti oramai da qualche annetto.

CALDARA 6

L’Europa la conosce più di altri suoi compagni. Giocare a tre o a quattro sembra non gli faccia sinceramente molta differenza.

ROMAGNOLI 6

E’ l’unico superstite della difesa rossonera per la prima vittoria europea. Nessuna sofferenza e la conferma che con Mattia poteva giocare anche prima di una gita in Lussemburgo.

LAXALT 5,5

Comincia in terza, finisce in seconda. Va piano, troppo piano per pensare di prendere il posto di Calabria. Da rivedere magari non solo nelle rivoluzioni di mezza Europa.

BAKAYOKO 6,5

Fisicamente un gigante che mette potrebbe mettere paura ma

JOSE’ MAURI 6,5

Quasi meglio di Biglia. Cerca la profondità, lanci lunghi, verticalizzazioni che ovviamente non sempre gli riescono. Ma perchè non dargli ora una possibilità anche in campionato?

(35′ st Calhanoglu ng)

BERTOLACCI 5

Non gioca da un pò’ una partita da titolare e si vede. Alla fine è costretto ad alzare bianca senza mai averla nemmeno sventolata.

(25′ Kessie 6: Entra quando servono muscoli e polmoni)

BORINI 6

E il jolly di un mazzo rimescolato. Carte da gioco senza particolari stimoli e fiato per resistere a novanta minuti inaspettatamente intensi.

(43′ st Halilovic ng)

HIGUAIN 7,5

Ancora in gol, anche in Europa League. Gonzalo si è sbloccato, Gonzalo non si vuole più fermare. Due mesi ed è già fondamentale, è un leader. Da lui non si può più prescindere.

CASTILLEJO  7

Si riprende col passare dei minuti. Male il primo tempo, benissimo la ripresa dove regale assist e scatti. La seconda versione potrebbe impensierire Suso, la prima decisamente no.

GATTUSO 5

Troppi cambi, troppi esperimenti tutti insieme hanno messo in serie discussione un risultato che non doveva essere acquisito solo sulla carta ma largamente anche in campo contro gli sconosciuti lussemburghesi del Dudelange. Per fortuna c’è Higuain.

Intanto, il Flamengo apre alla cessione di Paquetà al Milan: le ultimissime > CLICCA QUI

 

4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy