ESCLUSIVA – Stefano Fiore: “Grande lavoro di Gattuso, oggi sarà una gara aperta. Fiorentina? Bel ricordo, se non ci fosse stato calciopoli…”

ESCLUSIVA – Stefano Fiore: “Grande lavoro di Gattuso, oggi sarà una gara aperta. Fiorentina? Bel ricordo, se non ci fosse stato calciopoli…”

Stefano Fiore in esclusiva per Ilmilanista.it

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – Stefano Fiore, ex centrocampista – tra le tante, della Fiorentina – ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni. Queste le sue parole a pochi minuti da Milan-Fiorentina:

“Credo che sarà una bella partita, con due squadre che provano sempre a giocare a calcio. Sarà una partita aperta. Il Milan ha qualche difficoltà con l’organico ma è paradossalmente riuscito ad ottenere il quarto posto. Di contro c’è una Fiorentina che è giovane, con un progetto interessante”.

Che ne pensa della Fiorentina? ” Negli ultimi anni la squadra ha fatto bene, parliamo di una bella realtà del nostro calcio. Per Firenze forse è poco, ci si aspetta sempre qualcosa in più ma la famiglia Della Valle ha sempre fatto le cose nel modo giusto. Non sempre i tifosi sono stati accontentati, ma la squadra è sempre stata vicino la zona eruopea, qualche volta ci è anche entrata. Ora sono ripartiti con un bel progetto, fatto di tanti giovani.Legato alla piazza? Ho pochi legami con Firenze perché purtroppo sono stato lì solo un anno. A fine stagione scoppiò calciopoli e per diversi motivi sono dovuto andare via. Il ricordo però è splendido. Città, società e squadra fantastica. Vivemmo un anno eccezionale culminato col quarto posto, senza calciopoli avremmo disputato i preliminari di Champions. Sicuramente è stato uno degli anni più belli, per la mia carriera in generale”.

Cosa ne pensa invece di Gattuso? “A me piace, da quando è arrivato il Milan – specie per la situazione complicatissima – ha fatto un buon lavoro. La squadra è sempre votata a cercare di giocare a calcio, direi che sta andando bene. Il Milan, chiaro, non è più quello di una volta, ma non è nemmeno fortunato perché ha perso tanti giocatori importanti che ne hanno ridimensionato il livello. Lotterà fino alla fine per il quarto posto, insieme alle altre”.

Le strade di Fiore e del Milan si sono mai sfiorate? “Nono, che io sappia no. Non c’è mai stata una reale e concreta possibilità”.

Cosa fa oggi Fiore? “A settembre ho finito i corsi da allenatore, ho completato il percorso. Ho fatto anche il corso da direttore. Sono abile in tutto, vediamo cosa si presenterà. Sogni? Il direttore l’ho già fatto a Cosenza. Pur non essendo una realtà non professionistica fu un’esperienza positiva e formativa. Il ruolo mi è piaciuto. L’allenatore ancora non mi è capitato di farlo. Non ho un sogno preciso, se non poter trasmettere a qualcuno quella che è stata la mia carriera”.

Ma intanto, beffato il Real Madrid… Che colpo! >CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy