ESCLUSIVA – Serena: “Difficile colmare il gap con la Juventus. Higuain? Quando uno si mette in testa di andare via, bisogna farlo andare…”

ESCLUSIVA – Serena: “Difficile colmare il gap con la Juventus. Higuain? Quando uno si mette in testa di andare via, bisogna farlo andare…”

Le parole di Aldo Serena per Ilmilanista.it

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – La Supercoppa italiana si avvicina e chi meglio di Aldo Serena, ex attaccante sia di Milan che di Juventus, può introdurci alla gara. Ecco le sue parole in esclusiva ai nostri microfoni:

“La Juventus ha un gap difficilmente colmabile per tutte le altre italiane, Milan compreso. I rossoneri sono una squadra in sviluppo, che deve ancora trovare una sua identità. Mi aspetto un avvio intenso dei bianconeri per indirizzare la partita dalla loro parte già nei primi 20-30 minuti. Per chi farò il tifo? Io sono stato bene in tutte le squadre in cui ho militato. Al Milan ho vinto anche se non ho espresso il mio massimo potenziale, o meglio, l’ho fatto in Serie B. Nel 90 ero in rosa ma ho giocato poco. Ma sono affezionato anche alla Juventus. Oltre tutto quando poi ho iniziato a fare il telecronista, ma anche lì ho sempre cercato di dare una visione obiettiva delle cose, ho sempre cercato di dire quello che vedevo senza farmi condizionare da amicizie o altro”.

Situazione Higuain, che idea si è fatto? “Io sono rimasto molto sorpreso dello scarso rendimento di Higuain. Al Milan aveva le motivazioni e la forza per fare bene perché società e tecnico gli hanno affidato le chiavi dell’attacco. Sotto il profilo psicologico è successo qualcosa di sicuro. Lui in carriera ha sì toppato qualche gara fondamentale, ma i numeri ed i gol dicono che è un giocatore determinante. Non me lo spiego. Penso a me che negli ultimi anni al Milan non avevo più la tenuta fisica per fare bene, ma lui non mi sembra stia in questa condizione. Ecco perché non capisco… Lascerà il Milan? Se un giocatore si mette in testa di andare via è meglio lasciarlo andare. Rischi di tenere un giocatore che non si allena bene e che ha la mente da un’altra parte. Poi chissà, a volte queste situazioni portano i giovani ad mettersi in luce… Potrebbe essere anche Cutrone a sostituire l’argentino in maniera costante con prestazioni super come quella dell’altro giorno contro la Sampdoria. Piatek? È un bomber. un finalizzatore. Molto diverso da Higuain, l’argentino è bravo anche a mandare in porta i compagni con degli assist. Piatek invece vive per il gol, è bravo nel tiro, stoppa la palla molto velocemente in maniera funzionale alla conclusione. Non ha paura, si butta sempre dentro. È un bomber di razza”.

Intanto, nome caldissimo per il Milan: affare sempre più vicino! > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy