ESCLUSIVA – Pagliari: “Mercato? Mi aspetto un paio di acquisti da parte del Milan. La società non lascerà nulla d’intentato”

ESCLUSIVA – Pagliari: “Mercato? Mi aspetto un paio di acquisti da parte del Milan. La società non lascerà nulla d’intentato”

I nostri microfoni hanno contattato il procuratore Silvio Pagliari

di Redazione Il Milanista

Di Simone De Bari

MILANO – Il noto procuratore Silvio Pagliari, fondatore della Player Management, è stato intervistato in esclusiva dai nostri microfoni.

Sig. Pagliari, che Milan ha visto ieri sera sul campo del Bologna?

“Un Milan che ha tenuto la partita in mano per novanta minuti senza però riuscire a sfondare. I rossoneri hanno creato poche palle gol: è venuto fuori uno 0-0 insipido”.

Crede che la squadra di Gattuso, a livello psicologico, non abbia ancora smaltito la batosta di Atene?

“Sicuramente è stata una delusione molto forte, però con calciatori abituati a giocare a questi livelli bisogna aprire in fretta un altro capitolo. Ora il Milan deve pensare al campionato per centrare il quarto posto che gli consentirebbe di tornare in Champions League, che è la sua casa”.

In classifica c’è una vera bagarre per il quarto posto: chi la spunterà?

“Ci sono alcune squadre sullo stesso livello che si giocheranno fino alla fine il traguardo, arrivando a pochissimi punti di distanza l’una dall’altra. Tuttavia, dipenderà anche dal mercato: la sessione di gennaio ci darà qualche indicazione in più”.

Si aspetta che il Milan intervenga in modo deciso per rinforzare la rosa?

“Sì, credo che un paio di acquisti li farà. A metà campo ha i giocatori contati ed anche in attacco potrebbe esser fatta qualcosa. Sono convinto che qualche giocatore importante verrà preso perché per il Milan è troppo importante tornare in Champions League. La società non lascerà nulla d’intentato per raggiungere questo prestigioso traguardo, cercando di riportare il club ai fasti di un tempo”.

Tra due settimane il mercato si aprirà, ma ancora non è stata scelta la data di chiusura: che ne pensa?

“Credo che sia giusto uniformarsi a tutte le altre nazioni. La FIFA dovrebbe dare delle date fisse a tutti i campionati: non è normale che in Italia il mercato chiuda in un giorno e negli altri Paesi in un altro. E’ qualcosa di assurdo”.

Un tema che fa sempre molto discutere è quello legato al VAR e il suo utilizzo: lei da che parte sta? 

“Personalmente sono molto favorevole a questo mezzo tecnologico. Tuttavia, dovrebbe essere utilizzato ogni qualvolta ce ne fosse bisogno. Gli arbitri dovrebbero concepire il VAR come uno strumento che li aiuti a fare giustizia in una partita, non come un problema. Se viene usato a dovere, questo mezzo fa star bene tutti quanti.”

Intanto, Leo accontenta subito Gattuso: colpo da 12 milioni > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy