ESCLUSIVA – Milanetto: “Gattuso e Prandelli stanno lavorando bene. Piatek…”

ESCLUSIVA – Milanetto: “Gattuso e Prandelli stanno lavorando bene. Piatek…”

Ecco le dichiarazioni rilasciate ai nostri microfoni dall’ex centrocampista

di Redazione Il Milanista

Di Simone De Bari

MILANO – Il campionato del Milan sta per ricominciare e i rossoneri, lunedì pomeriggio alle 15, saranno ospiti del Genoa a Marassi.

Per l’occasione, i nostri microfoni hanno contattato Omar Milanetto, ex calciatore che ha vestito la maglia rossoblù dal 2006 al 2011.

Come giudica la stagione delle due compagini? 

“Stanno rispettando le aspettative, lottando per i loro obiettivi. C’è ancora tutto il girone di ritorno da giocare ma sono in linea con i traguardi che vogliono raggiungere”.

I rossoneri hanno già giocato due partite nel nuovo anno, può essere un vantaggio?

“Direi di no. Il Milan ha disputato due partite ufficiali ma il Genoa ha comunque svolto una preparazione invernale all’estero, giocando anche qualche amichevole. Credo che la condizione fisica delle due squadre sia molto simile”.

Gattuso, da allenatore, affronterà per la prima volta Prandelli. Che ne pensa di questi due tecnici?

“Hanno entrambi una storia importante alle spalle nel mondo del calcio. Stanno lavorando bene sulle rispettive panchine e sono in corsa per gli obiettivi prefissati. Mi auguro che continuino così”.

 

Genoa-Milan si gioca anche sul mercato: crede che i rumors possano disturbare le squadre?

“No, stiamo parlando di professionisti che giocano in Serie A. A questi livelli si è abituati a sentire queste voci per cui non credo che possano incidere sul match”.

Fuori Higuain, dentro Piatek: il Milan ci guadagna o ci perde?

“Sicuramente i dirigenti meneghini hanno fatto le loro valutazioni. Sono due attaccanti diversi ma entrambi molto forti. Higuain in carriera ha dimostrato tutto quello che un giocatore possa dimostrare, Piatek è ancora all’inizio ma in questi primi sei mesi ha evidenziato qualità indiscutibili”.

Come le è sembrato Paquetà?

“E’un ragazzo arrivato dall’altra parte del mondo che, nonostante questo, ha iniziato bene la sua nuova avventura. Mi sembra si sia subito integrato. Ha dalla sua parte anche l’età, quindi può solo continuare a migliorare”.

Lei, per il Genoa, ha lavorato anche come osservatore: c’è un giovane italiano che le piace in modo particolare?

“Indubbiamente Zaniolo è quello che sta facendo meglio. E’ un ragazzo che si è già ritagliato uno spazio importante in una grande squadra come la Roma”.

Ha mai pensato di intraprendere una carriera da allenatore?

“No, è una strada che sinceramente non ho in mente di percorrere. Preferisco lavorare in ambito dirigenziale”.

Intanto, siamo alle firme: che colpaccio per il Milan! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy