ESCLUSIVA – Marelli: “Fabbri ha impostato male la gara fin dall’inizio. Alex Sandro? Scelta dell’arbitro ingiustificabile”

ESCLUSIVA – Marelli: “Fabbri ha impostato male la gara fin dall’inizio. Alex Sandro? Scelta dell’arbitro ingiustificabile”

Luca Marelli sulla moviola di Juventus-Milan

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – Come è ormai consuetudine, l’ex arbitro dell’AIA Luca Marelli ha commentato ai nostri microfoni l’operato arbitrale della gara del Milan. Il suo commento su Juve-Milan:

“Fabbri ha impostato male la gara fin dall’inizio come si evince da alcuni episodi dopo 20 minuti, ad esempio le ammonizioni non date a Bonucci e Bentancur su Piatek e Borini. Per quanto riguarda l’episodio del tocco di Alex Sandro io ci ho provato, ma non ho trovato alcun appiglio per poter giustificare la scelta di Fabbri, ci sono tutti gli estremi per considerare punibile il tocco. Posso pensare che sia stato presuntuoso e non ha voluto cambiare la sua prima decisione, ma era coperto da due giocatori quindi mi riesce difficile pensare questa cosa. Non lo so, non c’è una spiegazione plausibile per la scelta fatta da Fabbri. Non ci sono giustificazioni, come in tante altre circostanza ieri. Per esempio? L’azione interrotta per presunto fallo di Bonucci su Romagnoli in occasione del gol di Kean, non sta né in cielo né in terra che quello sia fallo. Poi è sbagliato anche il giallo in occasione del rigore dato alla Juve, il rigore c’è, ma non era giallo perché l’azione era decentrata e non era azione da gol netta”.

Sul finale di gara: “Manca la review sul fallo di Mandzukic. Il gesto dello juventino non è violento ma è antisportivo, quel calcetto per quanto leggero è totalmente contrario allo spirito del gioco. Lì serviva l’intervento del Var”.

Sui cartellini: “Il giallo a Calhanoglu non esiste, non c’era proprio fallo. Fabbri ha definito il fallo imprudente, ma io non sono sicuro neanche ci fosse fallo, per me lui era in confusione totale. Idem il giallo a Musacchio, non c’era. Altra cosa poco giustificabile è la situazione in cui Mandzukic ha applaudito Fabbri prima, e poi gli dice tre volte ‘Bravo’ quando viene giustamente ammonito per fallo su Castillejo. Queste cose non sono ammissibili”.

Intanto, arriva l’annuncio dal Brasile: Leo chiude subito! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy