ESCLUSIVA – Marco Lanna: “Roma-Milan imprevedibile, ma Di Francesco non può sbagliare. Sulla corsa Champions…”

ESCLUSIVA – Marco Lanna: “Roma-Milan imprevedibile, ma Di Francesco non può sbagliare. Sulla corsa Champions…”

L’ex giallorosso Marco Lanna in esclusiva per Ilmilanista.it

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – A poche ora dal fischio d’inizio di Roma-Milan, abbiamo voluto sentire l’opinione di un ex d’eccezione: Marco Lanna, difensore della Roma dal 1993 al 1997, ha parlato in esclusiva ai microfoni de Ilmilanista.it.

Che Roma-Milan dobbiamo aspettarci? “Sarà uno scontro diretto tra squadre che vivono momenti contrapposti. Gattuso sta trovando la quadra con il suo Milan a cui è difficile fare gol ed ha un Piatek in più. Non è facile dire come andrà a finire, la Roma ha poco margine d’errore e non può sbagliare davanti al suo pubblico, l’ambiente romano non è dei più semplici. La roma fa e subisce tanti gol, quindi è imprevedibile. Il Milan ha trovato il assetto ed ha la sua maniera di giocare che è fermarsi e ripartire, in questo modo può fare molto male alla Roma”.

Conosci benissimo l’ambiente romano, che destino dobbiamo aspettarci per Di Francesco? “Di Francesco ha una bella patata bollente in mano e la gara contro il Milan non è la migliore in questo momento. Anche se dovesse vincere dovrà farlo con una vittoria convincente, non basterebbe una vittoria tirata per placare l’ambiente romanista che è molto esigente. Non so se il suo destino passi dalla gara di stasera, ma qualora i dirigenti volessero cambiare faccio fatica a trovare un sostituto all’altezza”.

Come inquadrare la bagarre per la Champions League? “Non è facile perché rispetto agli altri anni non ci sono le solite 2-3 squadre ma anche altre. Roma e Milan hanno avuto problemi, la Lazio mi sembra quella con un trend più costante e che fa sempre il suo. Poi però vedendo le ultime gare ho visto una grande Atalanta ed in questo momento potrebbe essere la favorita, ma non sarà facile mantenere i ritmi così alti fino alla fine. Poi c’è la Sampdoria, ci sono squadre più accreditate ma è una formazione insidiosa. Alla lunga verrà fuori la squadra più costante e per quello che ho visto finora Lazio, Milan e Atalanta sono quelle che possono giocarsela più delle altre”.

Si sente ancora legato a Roma o il suo cuore pende per la Samp in questa rincorsa alla Champions? “Sono nato a Genova ed il mio cuore è sampdoriano. A Roma però ho vissuto 4 anni ed un pezzo del mio cuore è rimasto lì. Non saprei scegliere, ma credo che questa scelta poi non dovrò farla perché non credo che la Samp possa farcela. Certo che però per assurdo, mi piacerebbe andassero entrambe (ride, ndr)”.

Un giudizio da difensore: Romagnoli e Caldara possono essere la coppia del futuro rossonero? “Quando il Milan ha preso Caldara ho pensato subito che potesse fare una grande coppia con Romagnoli che conosciamo bene e sappiamo cosa è in grado di fare. Caldara ha fatto bene a Bergamo, è vero che le squadre di Gasperini giocano in un certo modo diverso dalle altre squadre però si è contraddistinto nonostante l’età. Quest’anno ha avuto qualche problema fisico che non lo ha fatto rendere al massimo ma è un giovane, per giocare a Milano serve un periodo di adattamento ma per il futuro farà una grande coppia con Romagnoli. Tra le migliori del campionato”.

Intanto, bomba dell’ultima ora: ultimatum di Gazidis > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy