ESCLUSIVA – Giuseppe Ayala: “Contro la Lazio bisogna incrociare le dita, non faccio pronostici. Gattuso? Mi fa molta simpatia ma è ancora acerbo”

ESCLUSIVA – Giuseppe Ayala: “Contro la Lazio bisogna incrociare le dita, non faccio pronostici. Gattuso? Mi fa molta simpatia ma è ancora acerbo”

Giuseppe Ayala, in esclusiva per ilmilanista.it

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – È con grande piacere che la redazione de Ilmilanista.it ha intervistato Giuseppe Ayala. Ex sottosegretario di stato, deputato e senatore; nonché scrittore; nonché tifoso del Milan.

Che partita sarà contro la Lazio? “Io sono ostinatamente tifoso e credo che per il Milan questo non sia un momento facile, questo è di un’evidenza solare. Sabato contro la Lazio non sarà affatto facile, spero però in un colpo di coda del Milan”.

Ti piace Gattuso allenatore? “Sarò sincero, secondo me ha una grande capacità di saper spronare i giocatori dal punto di vista psicologico. Tatticamente invece, non che io voglia rubare il mestiere a nessuno, mi sembra un po’ acerbo ancora. Però è molto bravo a saper caricare la sua squadra e questo è un bene, bisogna riconoscerlo. D’altronde Gattuso è un combattente. Conferma? A me fa molta simpatia, lo ricordo quando giocava e non si possono non apprezzarne le sue caratteristiche. Però non ci giurerei che possa restare, credo che la dirigenza debba farla una riflessione su di lui “.

Sei fiducioso sul quarto posto? “Qualche partita fa sembrava tutto fatto, ora la situazione è un po’ più complicata. Però mancano ancora tante partite e tutto è possibile ancora, da buoni milanisti non perdiamo né la calma né la speranza”.

Da milanista, cosa ti aspetti di più dal Milan? “Beh se si dovesse tornare in Champions, come spero, la rosa andrà rinforzata. Questa è una buona squadra, nulla a che vedere con il Milan di qualche anno fa, quello lasciamo proprio perdere… Qualche rinforzo me lo aspetto, ma bisogna vedere anche se ci saranno le energie economiche parliamoci chiaro. Alla fine servono sempre i soldi, in questi casi”.

In dirigenza sono tornati i milanisti, Leonardo Maldini, che ne pensi? “Questo è molto confortante, da tifoso lo devo sottolineare. Sono della famiglia milanista, ma da quel poco che posso capire mi sembrano anche persone competenti e preparate”.

Pronostico per domani? “No. Incrocio le dita e basta (ride, ndr). Sono molto scaramantico in questi casi”.

Intanto, arrivano i tagli: Elliott ne fa fuori tre! > CLICCA QUI

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy