ESCLUSIVA – Contatto Parolo-Kessie, parla Marelli: “Non c’era nulla, giusta interpretazione di Banti. Ma sui cartellini…”

ESCLUSIVA – Contatto Parolo-Kessie, parla Marelli: “Non c’era nulla, giusta interpretazione di Banti. Ma sui cartellini…”

Le parole, in esclusiva, dell’ex arbitro dell’AIA

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – La redazione de Ilmilanista.it ha contattato, in esclusiva, l’ex arbitro Luca Marelli per commentare l’operato di Banti in Lazio-Milan. Nel dettaglio, ha dato la sua interpretazione sul discusso contatto Parolo-Kessie:

“C’è stata un’ingenuità di Kessie ma siamo molto lontani dal poterlo ritenere un contatto da calcio di rigore. Dalle immagini si vede che il milanista appoggia il suo braccio sull’avambraccio di Parolo ed il laziale accentua enormemente il contatto. Mi ricorda molto il rigore assegnato a Callejon in una gara dello scorso anno contro il Bologna, fu assegnato un rigore al Napoli per una mano appoggiata sul giocatore. Siamo più o meno nella stessa casistica. Contatto sì, ingenuità sì, ma ben lungi da un calcio di rigore. Operato Var? Tutto è andato benissimo. Al Var c’era Irrati, il Var della finale del Mondiale, non a caso. Ci sono stati dei tocchi di mano ma sono stati interpretati bene sia dall’arbitro che dal Var. Milinkovic era vicinissimo al corpo; Abate la prende in elevazione nel contrasto con Immobile. Non sono stati tocchi meritevoli di sanzione. Ecco perché non si è proceduto con la Var Review”.

Sull’operato di Banti: “Per la prima volta non è andato benissimo. L’ammonizione di Donnarumma è stata corretta, ma andava applicato lo stesso metro anche su Immobile che non è stato ammonito per una protesta plaetale e prolungata anche più di quella del portiere del Milan. Sulle questioni tecniche è andato benissimo, infatti chi critica Banti deve un attimo ragionarci e probabilmente incorre in pregiudizi, sul piano disciplinare a volte commette degli errori. Ha un metro un po’ differente dagli altri arbitri del campionato”.

Intanto, tris da urlo per il mercato di gennaio: colpaccio in difesa! > CONTINUA A LEGGERE

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy