ESCLUSIVA – Colomba: “Troppe chiacchiere su questo Milan, Gattuso saprà superare le difficoltà. Che lotta per il quarto posto!”

ESCLUSIVA – Colomba: “Troppe chiacchiere su questo Milan, Gattuso saprà superare le difficoltà. Che lotta per il quarto posto!”

I nostri microfoni hanno contattato, in esclusiva, Franco Colomba

di Redazione Il Milanista

Di Simone De Bari

MILANO – L’allenatore Franco Colomba è stato intervistato, in esclusiva, dai microfoni della nostra redazione.

Mister, ci avviciniamo alla fine del girone di andata: che ne pensa di questo campionato?

“E’ molto particolare, anche se si sta riconfermando il dominio della Juventus. Le squadre che dovrebbero impensierire i bianconeri sono distaccate in modo incredibile. Credo che questo strapotere della Juve sia destinato a continuare per molti anni ancora. Il Napoli rimane la seconda forza della Serie A: con Ancelotti ha conservato la propria identità e, anche se in alcune partite è meno spettacolare di prima, mi sembra più equilibrato. Le altre puntano solo alla lotta per la Champions, che comunque è un traguardo importante soprattutto dal punto di vista economico”.

Chi vede favorito per il quarto posto?

“Ci sono quattro squadre sullo stesso livello: Lazio, Milan, Fiorentina e Roma. Si equivalgono anche perché fin qui sono state tutte discontinue. A me piace la Lazio per la sua identità di gioco ed ora sta ritrovando i suoi uomini migliori. Sarà comunque una lotta avvincente fino alla fine”.

La sconfitta del Milan contro la Fiorentina è figlia soltanto delle assenze?

“Intorno a questo Milan e a Gattuso ci sono tante chiacchiere che non aiutano. Attualmente mancano molti titolari, su tutti Biglia che dà qualità al centrocampo. A risentirne è inevitabilmente tutta la manovra. In queste condizioni è difficile ottenere risultati”.

Gattuso come può uscire da questo momento?

“Non è semplice. Sembra quasi che il suo sia un destino segnato. Ha una grande forza interiore ed un grande carattere, che lo aiuteranno ad andare avanti. Ha già superato momenti difficili e credo che riuscirà a venirne fuori anche stavolta”.

Crede che il Milan abbia sbagliato il mercato estivo?

“Più che il mercato direi che pesano gli infortuni. Le assenze stanno facendo la differenza. Sul mercato magari si poteva intervenire meglio, ad esempio Castillejo è un buon giocatore ma forse non è il massimo per gli obiettivi che ha il Milan. I rossoneri hanno bisogno di altro per tornare ad altissimi livelli, ma in questa stagione si giocheranno fino alla fine un posto in Champions”.

Higuain non segna da due mesi, un’eternità per uno come lui…

“E’ un giocatore che va sollecitato continuamente, con palloni che possano metterlo nelle condizioni migliori per andare in rete. In questo momento, oltre a Suso, non ci sono giocatori in grado di fornirgli assist di qualità. Higuain era abituato, sia nel Napoli che nella Juve, ad avere accanto compagni che lo imbeccavano continuamente. Ora sta facendo fatica ma è pur sempre un centravanti in grado di determinare. A volte basta un gol per sbloccarsi e tornare ai soliti livelli”.

Da gennaio sarà disponibile Paquetà: potrebbe aiutare il Pipita a ritrovare il gol?

“Senza dubbio. C’è bisogno di un giocatore che salti l’uomo e metta la palla giusta per l’attaccante: Paquetà può essere di grande aiuto”.

Intanto, il Milan corre ai ripari: due nomi da urlo per l’attacco > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy