ESCLUSIVA – Collovati: “Milan in emergenza, serviranno innesti sul mercato. Nazionale? Gruppo giovane, niente drammi se dovesse perdere”

ESCLUSIVA – Collovati: “Milan in emergenza, serviranno innesti sul mercato. Nazionale? Gruppo giovane, niente drammi se dovesse perdere”

Le parole, in esclusiva, dell’ex difensore del Milan e della Nazionale

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – Fulvio Collovati, ex difensore della Nazionale e del Milan dal 1976 al 1982, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni.

Su Milan-Juventus: “C’è poco da dire, la Juventus ha gestito bene la partita pur non essendo trascendentale. I bianconeri sono una squadra nettamente più forte sul piano delle individualità. Credo che Gattuso, con la rosa a disposizione, meglio non potesse fare. Higuain? Il suo è stato un gesto di un giocatore che si è sentito scaricato. Il rigore sbagliato ha fatto il resto. Ha accumulato uno stress ed una tensione tale che poi è sfociato in quel gesto. Sarebbe banale dire che avrebbe dovuto avere un atteggiamento diverso, ma è stato punito per le sua azioni, quindi non c’è altro da dire”.

Sull’emergenza infortuni che c’è al Milan: “Il Milan è in grande difficoltà perché ha perso giocatori come Biglia e Bonaventura per mesi, potrebbero aver già finito il campionato entrambi. Per cui a gennaio dovrà per forza rinforzarsi, servirà qualcosa in attacco e dovrà comprare almeno due centrocampisti. Servirà capire come riuscirà a fare questo al netto del fairplay finanziario, ma dovrà farlo per forza perché gli impegni sono tanti e la coperta è corta. Potrebbe andare avanti in Europa, c’è la Coppa Italia, un quarto posto da conquistare, quindi è chiamato ad intervenire sul mercato. In difesa non credo ci sia un problema, la vera emergenza è a centrocampo ed in attacco. Ibrahimovic? Potrebbe essere il nome giusto. Ma il settore più scoperto è il centrocampo, gli investimenti grossi andranno fatti lì”.

Sulla Nazionale e l’impegno di sabato contro il Portogallo: “Mi aspetto la crescita dei giovani. La linea è quella di puntare su di loro e si vede. Ci sono dei ragazzi anche sconosciuti, quindi se arriva la vittoria bene altrimenti non importa. In questo momento siamo in fase di costruzione. Tonali? L’ho visto giocare nel Brescia. Mi sembra prematuro il salto in Nazionale senza la trafila dell’Under 21… Però, insomma, credo sia stato chiamato per fargli respirare un po’ l’aria azzurra. Immobile? Il posto è il suo ma attenzione ad Insigine falso nueve come contro la Polonia. Credo che Mancini abbia corso un grosso rischio non convocando Belotti (non tanto Balotelli) che lo ritengo un centravanti che può dare molto alla Nazionale”.

Intanto, Leonardo punta la stellina brasiliana: beffato il Barcellona! > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy