ESCLUSIVA – Cerruti: “Europa League gestita malissimo. Gattuso va giudicato alla fine. Higuain? Avrà subito una maledizione…”

ESCLUSIVA – Cerruti: “Europa League gestita malissimo. Gattuso va giudicato alla fine. Higuain? Avrà subito una maledizione…”

Alberto Cerruti, in esclusiva, per Ilmilanista.it

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – In esclusiva per il Ilmilanista.it il giornalista Alberto Cerruti.

La sentenza Uefa è arrivata, è stata positiva? “Secondo è è stata equa, non è dura ma nemmeno troppo morbida. Nella norma. Credo che una sentenza di questo genere si possa anche accettare”.

Cosa è successo giovedì sera in Grecia? ” Il Milan si è suicidato ad Atene ma lo ha fatto nell’arco di tutto girone d’Europa League. Sarebbe bastato fare un gol in più nella prima partita a Lussemburgo, anziché limitarsi allo 0-1, ed il Milan si sarebbe qualificato. La squadra ha sprecato troppe occasioni e quindi come ha detto Gattuso l’eliminazione è stata meritata”.

Gattuso torna in discussione? “Bisogna distinguere tra la fiducia dei tifosi e quella della società. La società deve avere una linea senza lasciarsi condizionare dai tifosi. Se la società crede in Gattuso deve dimostrarlo con le parole e non con i fatti. Io dico che Gattuso vada giudicato al termine della stagione e non adesso, tenendo presente che questa è una squadra sopravvalutata da tutti, credo farà molta fatica ad arrivare al quarto posto… Al termine, una volta visto il piazzamento, si valuterà Gattuso. La mia sensazione è che la società, al di là delle parole, non abbia una fiducia così completa in Gattuso”.

Squadra sopravvalutata, dunque qualcosa succederà sul mercato? “A gennaio non si possono stravolgere le squadre, non credo che il Milan possa diventare molto più forte. La priorità è un centrocampista di qualità; un difensore; una terza punta di scorta. Mi chiedo però perché Gattuso non abbia mai impegnato Montolivo. Se il ragazzo non ha la condizione deve dimostrarlo sul campo, è stato un errore non impiegarlo mai, nemmeno quando c’è stato ampio turnover. Fabregas? Io non prenderei un giocatore di quella età, a fine carriera. Prenderei un prospetto più giovane che possa rimanere nel Milan, mi rendo conto però che è difficile trovarlo a gennaio. Quale punta? Bisogna cercare una terza punta, anche uno come Matri va bene. Uno che possa partire dalla panchina e servire nel caso in cui uno dei titolari non sia in condizione. Quagliarella? Non credo che la Sampdoria lo ceda a gennaio. L’età non mi convince, però resta un ottimo calciatore”.

Cosa sta succedendo ad Higuain? “Sono convinto che sia stato maledetto da qualche iettatore… Ad un certo punto Higuain è diventato il problema del Milan. È un attaccante fortissimo, forse sente troppo la pressione. Per lui vale lo stesso discorso fatto per Gattuso, aspettiamo il termine della stagione per giudicarlo. Troppo facile criticarlo ora, due mesi fa nessuno lo avrebbe fatto”.

Ma intanto Leonardo risponde così all’UEFA: CLICCA QUI  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy