ESCLUSIVA – Camolese: “Gattuso sta facendo un gran lavoro. Che bel duello tra Cutrone e Belotti…”

ESCLUSIVA – Camolese: “Gattuso sta facendo un gran lavoro. Che bel duello tra Cutrone e Belotti…”

L’ex tecnico granata ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni in vista di Milan-Torino

di Redazione Il Milanista

Di Simone De Bari

MILANO – L’allenatore Giancarlo Camolese, in vista di Milan-Torino in programma domenica sera a San Siro, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni.

Mister, che ne pensa del campionato che sta svolgendo il Milan e di quanto fatto finora da Gattuso?

“Gattuso sta facendo un grande lavoro. La squadra rispecchia il suo carattere e lui sa tirare fuori il meglio dei suoi giocatori. Ciononostante, non è ancora il Milan dei grandi campioni che abbiamo ammirato in passato”.

Crede quindi che si debba intervenire in modo forte sul mercato?

“Sì, servono degli acquisti soprattutto per tornare in pianta stabile dove i rossoneri sono sempre stati: nelle primissime posizioni del campionato”.

Ibra, qualora dovesse davvero tornare, potrebbe aiutare il Milan in questo processo di crescita?

“E’ un grande giocatore: solo il nome può far paura agli avversari. Bisogna però capire quali siano le sue condizioni. Tuttavia, se la società rossonera intende chiudere l’affare vuol dire che ha avuto tutte le rassicurazioni necessarie”.

Lei ha giocato nel Torino e lo ha allenato per molti anni: quanto si sente legato a questo club?

“Il Toro fa parte di me. Sono cresciuto nel club granata da giocatore ed ho avuto la soddisfazione di allenarlo per molto tempo. Rappresenta sicuramente una fetta molto importante non solo della mia carriera, ma di tutta la mia vita”.

Domenica, a San Siro, si affronteranno proprio Milan e Torino: che partita si aspetta?

“Quest’anno il Toro è una squadra forte e può dare filo da torcere ai rossoneri. Tuttavia, i granata hanno bisogno di un risultato prestigioso per credere ancor di più nelle proprie possibilità. San Siro potrebbe essere il palcoscenico giusto…”.

Milan-Torino è anche Cutrone-Belotti: quale di questi due attaccanti le piace di più?

“Sinceramente mi piacciono tutti e due per lo spirito che mettono sempre in campo. Sarà un bel duello. Sono entrambi ottimi giocatori, anche se in questo momento il rossonero sta vedendo di più la porta e segna con maggior continuità. Cutrone lo vidi giocare in Primavera, e confesso che se avessi dovuto prendere un giocatore avrei scelto lui. Belotti invece rappresenta già una squadra, perché è un vero e proprio punto di riferimento per il Torino”.

Quali giocatori reputa imprescindibili per Gattuso e Mazzarri?

“Tutti i giocatori sono importanti. Molte volte, le partite che contano di più, vengono risolte da giocatori che non sono da copertina. Per un allenatore ogni elemento della rosa ha la sua importanza e può risultare decisivo in qualsiasi momento”.

Dopo dieci anni, il Pallone d’Oro non lo hanno vinto né Messi, né  Ronaldo. E’ stato giusto assegnarlo a Modric?

“Il croato è sicuramente un ottimo giocatore; per quello che ha fatto la scorsa stagione ci sta che abbia vinto il Pallone d’Oro. Tuttavia, come talento puro Cristiano Ronaldo lo avrebbe meritato. In prospettiva, invece, potrà dire la sua Mbappé”.

Intanto, Gazidis si presenta così: colpo sensazionale! > CLICCA QUI

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy