ESCLUSIVA – Calemme: “Suso interessa al Napoli. Reina? Non pensa al Milan”

ESCLUSIVA – Calemme: “Suso interessa al Napoli. Reina? Non pensa al Milan”

In esclusiva ai microfoni de ilMilanista.it, il giornalista Mirko Calemme ha fornito alcune considerazioni sui più recenti temi calcistici e sul prossimo Milan-Napoli.

di Redazione Il Milanista

di ANTONELLO GIOIA

MILANO – In esclusiva ai microfoni de ilMilanista.it, il giornalista Mirko Calemme ha fornito alcune considerazioni sui più recenti temi calcistici (Real Madrid-Juventus in primis) e sul prossimo Milan-Napoli. Calemme lavora dal 2012 per la testata giornalistica online tuttonapoli.net e dal 2014 è il corrispondente in Italia del quotidiano spagnolo AS. Collabora, inoltre, con il giornale tedesco Tz e con todomercadoweb.es.

 

1 – Il tema degli ultimi giorni è sicuramente la clamorosa (per come è avvenuta) eliminazione della Juventus dalla Champions League. Qual è stata la reazione in Spagna e dei media spagnoli ai fatti di Madrid?

Il Real Madrid ha sorpreso, nel senso che nessuno, dopo la gara d’andata e dopo l’avvertimento della remuntada subita dal Barcellona, se lo sarebbe aspettato così arrendevole: prestazione da dimenticare. Oltre a questo, un po’ tutti sono rimasti stupiti dalle dichiarazioni della Juventus a fine gara; ci può stare assolutamente il nervosismo dopo quanto accaduto, ma i media spagnoli hanno preferito stigmatizzare certe frasi abbastanza pesanti di Allegri, Buffon e Benatia in primis.

2 – I tifosi del Napoli come hanno reagito all’eliminazione della Juventus? Può essere un fattore positivo o negativo in vista della lotta scudetto?

C’è stata sicuramente una grandissima parte dei napoletani che ha festeggiato – per quanto si è potuto avvertire anche dai social – l’eliminazione della Juventus, sopratutto per il modo in cui è arrivata. Spesso, infatti, in Italia ci sono state polemiche sulle decisioni arbitrali a favore dei bianconeri; sentire, quindi, i giocatori della Juventus lamentarsi per una decisione arbitrale è stato come scorgere una sorta di “legge del contrappasso”. E’ comunque vero che in molti credevano che un eventuale passaggio del turno in Champions della Juventus sarebbe stato positivo per il Napoli; il calendario, infatti, avrebbe obbligato i bianconeri a sfidare consecutivamente Napoli, semifinale, Inter e semifinale: qualche punto l’avrebbero perso sicuramente…

3 – La lotta scudetto passa inevitabilmente dal match di domenica a San Siro tra Milan e Napoli. Che partita sarà secondo te?

Mi aspetto un Napoli arrembante. Negli ultimi due anni è uscito sempre vincitore da San Siro, ma in questa stagione ci arriva dopo un paio di partite negative dal punto di vista mentale; sia col Sassuolo che col Chievo, gli azzurri hanno creato tanto, ma non finalizzato. Il Milan, sinceramente, è in gran crescita, l’ho visto anche molto bene contro la Juventus; gli stop delle ultime gare, che hanno visto allontanarsi la Champions, hanno forse tolto un po’ di veemenza e di impeto, ma i ragazzi di Gattuso sanno esaltarsi nei big match.

4 – Negli ultimi giorni si è vociferato di un interessamento del Napoli per Suso e di un probabile scambio con Callejon. Confermi questa voce? C’è qualche possibilità che possa verificarsi?

Al momento, per quanto riguarda lo scambio, è una situazione assolutamente prematura. Interessa al Napoli Suso? Si. Interessa al Milan Callejon? Si. Fin’ora, però, non ci sono stati contatti tra le due società. Lo scambio secco, comunque, mi sembra improbabile. Bisogna tener conto anche della volontà dei calciatori; Callejon sta benissimo a Napoli e un’altra stagione in maglia azzurra, specialmente con Sarri, se la farebbe volentieri. Così come Suso a Milano.

5 – Reina l’anno prossimo sarà del Milan. Come sta vivendo e come vivrà il confronto con la sua prossima squadra?

Reina in questo momento non pensa assolutamente al Milan. Sogna, come tutti i napoletani, di poter vincere lo scudetto, anche perché sarebbe qualcosa di leggendario. Il Milan è sicuramente l’ultimo dei suoi pensieri, ora come ora. Magari, per lui sarebbe utile fare 5-6 miracoli domenica, dimostrando ai suoi prossimi tifosi tutto il suo valore.

6 – Nome secco per domenica: Milik o Mertens? 

Vedo ancora Mertens titolare, per il semplice fatto che Milik non dovrebbe ancora avere i 90 minuti nelle gambe, ma bensì 60-70. Tra l’altro, si è notato come i suoi ingressi nelle ultime gare abbiano rivoluzionato l’attacco azzurro: rappresenta un arma in più.

E, intanto, il Milan decide di farne fuori 6: CONTINUA A LEGGERE

 

Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy