ESCLUSIVA – Cahe Mota: “Paquetà? Più intenso e completo di Kakà, ma per ora deve ancora meritarsi il confronto”

ESCLUSIVA – Cahe Mota: “Paquetà? Più intenso e completo di Kakà, ma per ora deve ancora meritarsi il confronto”

Ecco cosa ci ha detto in esclusiva Cahe Mota su Paquetà e la trattativa che lo ha portato al Milan

di Redazione Il Milanista

di Luca Spigarelli

MILANOCahe Mota è stato uno dei primi giornalisti di “Globo Esporte“, quotidiano sportivo brasiliano, a raccontare al mondo sportivo la trattativa improvvisa del Milan con Lucas Paquetà. La redazione de “Il Milanista” lo ha raggiunto telefonicamente per avere notizie di primissima mano da parte di chi ha visto giocatore e sta in contatto quotidiano con il campionato brasiliano. Ecco cosa ci ha raccontato in esclusiva.

Buonase Cahe. Te e “Globo Esporte” per primi avete scoperto e annunciato la trattativa per Paquetà al Milan. Come hai scoperto le trattative?

“In realtà stavamo seguendo la situazione di Lucas da metà anno e si è fatta più dura quando sono tornato dalla Coppa del Mondo. Sapevo già che avrebbe sicuramente lasciato Flamengo alla prossima finestra di trasferimento e che  il club desiderava definire il tutto già a ottobre. Il punto è che è stato quasi fatto con il PSG, ma i francesi non hanno affondato il colpo presentando l’offerta da 35 a causa per il fair play finanziario. Allora Leonardo ha colto l’occasione e ha presentato un’offerta simile. Al Flamengo e a Lucas è piaciuta l’offerta e ma ciò che ha fatto la differenza è che al Milan avrà la possibilità di giocare più minuti arrivando già con il titolo di giocatore importante: a Parigi ciò non sarebbe successo”.

 

I fan del Flamengo hanno dimostrato, a partire dall’ex presidente, un certo malumore riguardo al trasferimento del giocatore. Perché?

I tifosi del Flamengo sono un po’ sorpresi, soprattutto perché non si aspettavano di perdere Lucas a questo punto della stagione. Il Flamengo sta ancora lottando per il titolo e lui è il giocatore principale. Ma ciò che li preoccupa di più è il motivo per cui il Flamengo lo ha venduto a un prezzo inferiore alla clausola rescissoria. Quindi credo che siano tristi sia per aver perso un giocatore e sia perché ho motivo di credere che avrebbero potuto guadagnare di più. Il Flamengo ha appena perso Vinícius che che si è accasato al Real Madrid e sicuramente non è bello vedere i nuovi talenti lasciare il club così. Ma è così che funziona il mercato“.

 

In Italia sappiamo poco di questo giocatore. Puoi parlarcene?

Credo che sia pronto, ma allo stesso tempo ha molte potenzialità da migliorare. Lucas è un giocatore molto moderno che è in grado di giocare nelle tre posizioni del centrocampo e giocare anche come centravanti. Immagino che la posizione in cui si sente più a suo agio come mezzala sinistra in un centrocampo a tre in grado di fornire ai compagni di squadra e,avendo la libertà di entrare e concludere, di tirare fuori dall’area di rigore. È un giocatore estremamente sicuro di sé, ma molto dipenderà da come il Milan gli insegnerà il calcio italiano e quello europeo: magari si ritroverà un giocatore migliore di quanto non lo sia già“.

 

Paquetà è pronto per il salto al Milan?

Credo che abbia molta potenzialità per diventare un crack, ma dobbiamo essere onesti e aspettare quello che il tempo ci mostrerà. Ha solo 21 anni, non ha nemmeno 100 partite come professionista, e  deve essere più maturo all’interno del campo. Come ho detto, è molto sicuro di sé ma molto dipende da come il Milan ci lavorerà. Per quanto riguarda il confronto con Kakà, hanno stili diversi. Kakà correva con la palla, Lucas è più intenso, è più per il passaggio veloce, e, per me,  è rispetto a Kakà più completo. Credo fermamente che Lucas possa essere ancora meglio, perché mostra, secondo me, più abilità, ma ora ha ancora bisogno di lavorare molto per giustificare questo confronto“.

E’ stata definita una trattativa strana, sia perché il PSG sembrava essere in vantaggio sia per l’importo pagato dal Milan.  Che cosa ci puoi dire?

 

“Decisamente. Il Barça fece un’offerta intorno alla fine di luglio, all’inizio di agosto, a circa 25 milioni di euro. Dato che Flamengo non si aspettava, il club ha risposto di no. In realtà credo che gli spagnoli pensassero che il fattore di Barcellona avrebbe fatto la differenza. In contemporanea sia il PSG che due club della Premier League avevano iniziato a chiedere informazioni sulla situazione di Paquetà. PSG, Flamengo e il giocatore avevano raggiunto un accordo sul prezzo, ma i francesi non l’hanno formalizzata: aspettavano di avvicinarsi alla finestra invernale di calciomercato, per via del fairplay finanziario. Leonardo è arrivato poi con un’offerta simile scritta e ciò ha fatto la differenza. Ora quindi Paquetà è arrivato a Milan dove è arrivato come un giocatore importante e avrà molti più minuti a disposizione rispetto a quanto ne avrebbe avuti al PSG”.

Intanto, ecco tutti i dettagli dell’affare Paquetà-Milan > CLICCA QUI

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy